L'infamia di Circe il poeta se l'è beccata a Durazzo?


v.s. gaudio says:
Prima leggi:

30 giugno 2011 at 21:11
OH, JULIA, MI HANNO TENUTO A DURAZZO…
Nel film successivo, fuggii, dopo la caduta, e rimasi via per un anno.
Quando tornai a casa raccontai a Julia la storia sciocca di essere stato rapito dai pirati di Durazzo e che ero tenuto in un posto dove non potevo farle nemmeno una e-mail perché la connessione alla rete era talmente bassa che avrei fatto prima a portargliela io la lettera.
Julia ha finto di credermi, benché sapesse molto bene che i poeti quando li metti al computer non sono certo come quelli di “Wired”, e sapeva anche che incontravo la signora Stone, quella della “Stone’s Cow”, e che la fune era bella lunga tanto che lei veniva in città per i saldi, così diceva.
Ma – s’incazzò Julia - una promessa è una promessa e il matrimonio è il matrimonio, e a parte il rispetto per la sua stessa reputazione lei non voleva saperne di divorziare e delle macchinazioni del poeta ne aveva piene le palle, così disse:
“Ehi, V.S., a proposito di palle, i tuoi doveri di coniuge? Non è che adesso mi racconti la balla che come Ulisse ti sei beccato l’infamia di Circe? Quella della “Stone’s Cow” non me la bevo proprio, caro il mio poetino!”
□ da:”Se fosse un film…anche se l’hanno già fatto, 2” □

© Buena Vista Pictures



Commenti

Anonimo ha detto…
:)

HIT PARADE DELLA SETTIMANA