LA COSA. Il nuovo Magazine di V.S.Gaudio


LA COSA.

Il nuovo Magazine di V.S.Gaudio
Il "Decreto" per il cambiamento del cognome
del poeta V.S. Gaudio
...firmato dal Prefetto col suo solo nome!

Non era Milla, davvero, quella uscita dalla spirale del solstizio d’inverno, oltre la sua frontiera merovingia che si trova nelle vicinanze del bosco e dell’acqua, in quella strettezza del movimento che ci unisce e in cui tra peau de pêche e leggings  sono finito sotto l ’ombrellone, un po’ melanzana e un po’ arancia o anche melagrana, per via del decotto che poi seguirà, nella trasparenza per niente soffice dell’influenza, pesca piena che allunga l’ombra come il pomeriggio e la notte che non finisce per la tosse e la raucedine, così privo di desiderio e di cinema nel mio cuore mi son detto, adesso che faccio? Con il nome che il Ministro dell’Interno non mi ripristina, né mi ridanno i diritti costituzionali di cui all’articolo 22, faccio La Cosa, che è un po’ come il genere 11che Milla avrebbe potuto mettersi per imitare il desiderio oppure per non dire nulla, e c’è in questa linea spezzata della mia vita e del mio nome la sua forma segreta questa graziosa morbida equazione frattale del suo farsi pêche à quinze sous, ma lo sanno tutti che Milla non è la fille de mon peuple, e io allora di quale popolo sarei figlio, chiesi al Ministro dell’Interno, tramite l’ Ufficio Territoriale del Governo di Cosenza? E, manco se fosse Lol V.Stein qui sourie de la joie la plus grande, agréable dessert de l’innocence, et me parle au cœur et me ravit la guirlande de fleurs, la responsabile prefettizia addetta, sous ses robes à jouer à pêche à quinze sous, mi decreta il cognome firmando, senza bolli e marche, semplicemente, solo con il suo nome, oh, questo sì che è jouer à pêche à quinze sous !
Ma la figura non è Milla e non ha l’ empreinte de malice, e il poeta, ce bonheur dell’innocenza perduta, nella spirale tra giorni della merla e influenza, sorride per tutto ciò che gli è stato sottratto sia come Dasein che nell’ Umwelt in cui è stato tenuto prigioniero, semplicemente, si dice ma allora  che cosa si può fare stando così le cose? La Cosa! Faremo dunque La Cosa, o la Maledetta Cosa, più a senso di Jean Baudrillard?
non è Milla è Alice Abernathy?

Hit Parade della Settimana

Aurélia Steiner e il vuoto di una formica…

Aida Maria Zoppetti… La colonna delle formiche con un solo pensiero.

Il poeta del Cancro è un Poeta.