Detesto le prefazioni • "Non leggermi"

Mallarmé ad un autore inedito che gli chiedeva un testo di presentazione o di sostegno: “Detesto le prefazioni anche se scritte dall’autore, a maggior ragione trovo deplorevoli quelle aggiunte da altri. Un vero libro, mio caro, non ha bisogno di presentazioni, procede per colpi di fulmine come la donna con l’amante, senza l’aiuto di un terzo, il marito…”. In tutto altro senso ho scritto: “Noli me legere” . Divieto di lettura che annuncia all’autore il suo congedo: “Non leggermi”. “Sopravvivo come testo da leggere solo grazie alla consumazione che, scrivendo, ti ha lentamente sottratto l’essere”. “Non saprai mai ciò che hai scritto, anche se non hai scritto che per saperlo”.

[Maurice Blanchot, Après coup, Les Editions Minuit 1983]

UH-NOIR│ Uh Magazine│ L'ipersoluzione territoriale e il delitto Bergamini

UH-NOIR│ Uh Magazine│ L'ipersoluzione territoriale e il delitto Bergamini
dal 18 novembre 2016 su "Uh Magazine"

giovedì 14 novembre 2013

Auschwitz 27 gennaio 1945 ► Vedere, sentire, comprendere l’Altro



Auschwitz 27 gennaio 1945, temi, riflessioni, contesti: studi sulla storia, il diritto, la scienza e la letteratura





ll volume raccoglie gli atti dei tre convegni che si sono svolti presso l’università della Calabria nel gennaio del 2008, 2009 e 2010, in occasione del Giorno della Memoria. Nella prima sezione del libro gli autori, molti dei quali studiosi di rango internazionale, affrontano la ricerca della Shoah da punti di osservazione diversi, che comprendono la storia, il diritto, la filosofia, l’etica, le scienze esatte e la letteratura. Giusto nel nome della letteratura il libro include una seconda sezione, di taglio invece didattico. La sezione, dal titolo “Graffiti: la parola agli studenti”, vede un gruppo di giovani universitari, coordinati dal critico Alessandro Gaudio, misurarsi con le opere dedicate alla Shoah da alcuni maestri quali Giacomo Debenedetti ed Elie Wiesel. Il volume, il terzo della collana dedicata al tema dall’Università della Calabria, supplisce al bisogno di trasmettere la memoria della Shoah offrendo risposte concrete, metodologicamente all’avanguardia e scevre da facili demagogie.

▼Parte I
    
Testi di:
Maria Antonia Bel Bravo
Simone Misiani
Donatella Barazzetti
Giovanna Vingelli
Marco Reglia
Clotilde Pontecorvo
Francesco Bossio
Manlio Gaudioso
Francesco Ferretti
Giuseppe Passarino
Mair Babad e Sara Babad
Alessandro Costazza
Gisèle Vanhese
C.Bruna Mancini
Margherita Ganeri
Franco Baldasso
Hanna Serkowska
Patrizia Chiappetta
Marilena Parlati
Alessandro Gaudio
Franco Lo Savio

▼Parte II
   Graffiti, ovvero Auschwitz spiegato dagli studenti
   a cura di Alessandro Gaudio
   
Testi di:
Paolo Coen
Alessandro Gaudio
Giuseppe Grillo  Giovanna Belcastro Francesca Tarantino Annalisa Lentini Gabriella Galati Maria Teresa Marrazzo Daniela Arzenti Cesira Bellucci Stefania Panzitta Maria Teresa Bauleo Stefania Mallamaci Maria Gabriella Di Chiara Valentina Corrado Lucia Femia Ettore Pontieri