♪ Quella mia amica poetessa dei Gemelli che non suonava l'oboe.


`Il clarinetto della mia amica poetessa dei Gemelli.
Più tardi, pensò quella mia amica poetessa dei Gemelli, suonerò il clarinetto.
E nascose il clarinetto nella credenza, in cucina, tra vasetti di pomodori pelati, marmellate e scapecia sibarita.
Poi, se ne andò a passeggio.
Ora, bisogna sapere che nessuno, nel delta del Saraceno, dove abitava il poeta sibarita che stava ospitando la sua amica piemontese, aveva mai visto un clarinetto, anche se, è leggenda ma può essere vero, è risaputo che il nonno del poeta teneva il clarinetto nella vetrinetta che s’era portato a bordo della nave degli Ivancich dalla Patagonia, con quel suo famoso pappagallo gigione e astuto, uno spaccone col bisogno di stupire, perentorio e definitivo, volgare, privo di tatto, perfino cinico, qualcosa che stava tra il venditore ambulante, il mercante di cavalli, il caporeparto e il deputato, la sua eloquenza da caffeuccio e da riunione pubblica!
In questa foto, la giovane
Adriana Ivancich
stava andando a Cuba.
©│J.F.Kennedy Library
Un giorno, a casa del poeta saraceno, aprono la credenza per prendere un vasetto di scapecia e trovano questo strano strumento a fiato costituito da un tubo cilindrico di legno, munito di un bocchino e di un barilotto nella parte superiore, e di una campana al termine del tubo. Allibiti, si chiedono l’un l’altro: “E che cos’è questo? Non è un flauto, e nemmeno un oboe!”.
E il pappagallo dalla vetrinetta: “E nemmeno un oboe, obòe…obòe…”.
Era il clarinetto della mia amica poetessa dei Gemelli, che suonava anche l’armonica a bocca, come Bob Dylan. Mio nonno suonava a Gozo anche il flauto di Pan, che aveva portato nel delta del Saraceno a bordo di un traghetto dei Matacena dall’arcipelago di Malta. Mio nonno non era dei Gemelli. Era del Capricorno come Adriana Ivancich, e il fatto strano è che avevano viaggiato insieme su una nave di ritorno dal Sudamerica all’inizio del 1951.

Hit Parade della Settimana

Aurélia Steiner e il vuoto di una formica…

Aida Maria Zoppetti… La colonna delle formiche con un solo pensiero.

Il poeta del Cancro è un Poeta.