Detesto le prefazioni • "Non leggermi"

Mallarmé ad un autore inedito che gli chiedeva un testo di presentazione o di sostegno: “Detesto le prefazioni anche se scritte dall’autore, a maggior ragione trovo deplorevoli quelle aggiunte da altri. Un vero libro, mio caro, non ha bisogno di presentazioni, procede per colpi di fulmine come la donna con l’amante, senza l’aiuto di un terzo, il marito…”. In tutto altro senso ho scritto: “Noli me legere” . Divieto di lettura che annuncia all’autore il suo congedo: “Non leggermi”. “Sopravvivo come testo da leggere solo grazie alla consumazione che, scrivendo, ti ha lentamente sottratto l’essere”. “Non saprai mai ciò che hai scritto, anche se non hai scritto che per saperlo”.

[Maurice Blanchot, Après coup, Les Editions Minuit 1983]

UH-NOIR│ Uh Magazine│ L'ipersoluzione territoriale e il delitto Bergamini

UH-NOIR│ Uh Magazine│ L'ipersoluzione territoriale e il delitto Bergamini
dal 18 novembre 2016 su "Uh Magazine"

giovedì 21 agosto 2014

Luciano Troisio ⁞ Storiella Zen?


Tokyo, 25 novembre 2004

Avevo in camera un bell’ombrello nuovo; credevo fosse in dotazione(come in certi alberghi di Sumatra dove piove quasi sempre). Lo dissi al prof. U. in un giorno di pioggia:
-Non preoccuparti, ho un  ombrello apposito.-
Lui mi chiese:
-Di che colore?-
-Grigio cenere.-
Il giorno dopo venne nella mia camera a istallarmi il computer, vide l’ombrello e disse:
-Ecco il mio ombrello viola che mi sono dimenticato l’altro giorno!-

(Storiella Zen?)

 

daè luciano troisio nuvole di drago
edizioni il foglio, piombino 2009