Detesto le prefazioni • "Non leggermi"

Mallarmé ad un autore inedito che gli chiedeva un testo di presentazione o di sostegno: “Detesto le prefazioni anche se scritte dall’autore, a maggior ragione trovo deplorevoli quelle aggiunte da altri. Un vero libro, mio caro, non ha bisogno di presentazioni, procede per colpi di fulmine come la donna con l’amante, senza l’aiuto di un terzo, il marito…”. In tutto altro senso ho scritto: “Noli me legere” . Divieto di lettura che annuncia all’autore il suo congedo: “Non leggermi”. “Sopravvivo come testo da leggere solo grazie alla consumazione che, scrivendo, ti ha lentamente sottratto l’essere”. “Non saprai mai ciò che hai scritto, anche se non hai scritto che per saperlo”.

[Maurice Blanchot, Après coup, Les Editions Minuit 1983]

SHUMILLA.

SHUMILLA.
SHUMILLA. I nuovi oggetti d’amore in Uh Magazine

domenica 2 agosto 2015

V.S.Gaudio vs Valerio Pignatelli ▌

Questo è il contratto di edizione, tra il Gruppo Editoriale Fabbri Bompiani Sonzogno Etas S.p.A. ( il cui direttore editoriale è Vittorio Di Giuro) e V.S. Gaudio come autore del titolo Manuale di Astrologia Caratterologica, siglato nel 1980.
In seguito, l’autore, dopo aver consegnato il dattiloscritto per la pubblicazione, venne a conoscenza del fatto che negli anni Cinquanta o Sessanta l’editore Sonzogno aveva pubblicato come autore di romanzi parasalgariani  Valerio Pignatelli, che, in realtà, era il cosiddetto “Principe di Cerchiara”, un fascista condannato come criminale di guerra, anziché essere giustiziato, come prescriveva l’allora vigente codice militare di guerra(inglese), e poi amnistiato dal comunista Togliatti[i].
L’autore V.S. Gaudio, titolare del contratto di edizione succitato, fece tutto quello che si poteva fare per non pubblicare il suo titolo come libro edito dall’editore di quel criminale di guerra, appartenente, tra l’altro, all’Ordine di Malta(isola afferente all’epoca alla giurisdizione inglese).




▌Santuario S.Maria dell’Armi│ © marisa aino 1982
▌Santuario S.Maria dell’Armi: il poeta nel portico│ 
© marisa aino 1982
[i] Successivamente, se ne potrà trovare riferimento alle sue gesta belliche, sembra una beffa del destino, proprio in un libro edito da Bompiani( che, come Sonzogno, appartiene allo stesso Gruppo Editoriale) a firma dello storico Casarrubea. Quel principe nero dell’Ordine di Malta, sabotatore e criminale di guerra che operò nel territorio afferente al Golfo di Taranto, deceduto negli anni Sessanta a Sellia Marina(Cz) dove conviveva con la signora Maria Elia, già sposa del prefetto di Catanzaro De Seta, riposa, a quanto ci risulta, nel Santuario di S.Maria dell’Armi in agro di Cerchiara nel punto 33SXE175118 (Foglio n.221 della Carta d’Italia – I S.E. Cerchiara di Calabria – Istituto Geografico Militare © 1954-1958) da cui vigila sulla valle fino al Pantano di Villapiana, dov’è tenuto prigioniero V.S. Gaudio, il poeta autore del titolo che non fece pubblicare allo stesso editore di Pignatelli.
#Questo post è stato messo in bozza attorno al 20 maggio. 
Solo  l’altro giorno (il 17 giugno: ndr) abbiamo appreso che Giuseppe Casarrubea, 
l’autore di “Storia segreta della Sicilia”(Bompiani 2005), 
è prematuramente scomparso l’8 giugno . 
Pertanto, il testo viene reso pubblico 
in memoria di Giuseppe Casarrubea.