Per un’Antologia di Cliff Edge


Quella fotografia della Seamstress[→$la-cucitrice-della-vertigine], che è nell’immobilizzazione del fallo che è fuori scena e per questo, per questa assolutezza anonima, che comincia dalla mancanza,  il visionatore ha dinanzi a sé, al proprio sguardo, qualcosa di epico.
Tanto che il poeta, a suo tempo, dopo averne così reso il senso nel “Terzo senso fotografico”, intendo: reso il senso del senso ottuso, non vide mai che, dopo tutto, quel che lì si ottunde è la verticalizzazione, o la vertigine, con cui viene attivato l’archetipo sostantivo “lapide”.
Ora, è inutile star qui a menarla, stiamo parlando, stiamo osservando una fotografia messa online, scattata all’interno di un servizio più o meno porno, per questo ha questa verticalizzazione assoluta e anonima, fin tanto che il fallo non entri in scena e fin tanto che al visionatore non entri, dall’orecchio, qualcosa di altrettanto epico, ma, per la lapide, dall’Antologia di Spoon River, non è detto perciò che la Seamstress stia a farci sentire[i]:
Io ero la cucitrice
chiacchierata, sbugiardata,
madre di Aurélia,
la cui strana sparizione
fu imputata alla sua educazione.
Il mio occhio acuto per la bellezza
vedeva molto al di là dei nastri
e fibbie e open girdle e giarrettiere,
che fanno risaltare i bei culi,
e i peli neri e quelli biondi.
Vi voglio dire una cosa
e una la voglio chiedere:
le ladre di falli usano cipria e bigiotterie,
open girdle e mutande di seta
“La Perla” e guêpières.
Mogli, metteteli pure voi.
Un grazioso cappellino e un reggicalze,
un paio di mutande Auban può fare un divorzio
ma anche evitarlo,
può far sparire un fallo
e farne apparire cento.
Bene, ora permettete che vi chieda,
io la cucitrice: se tutte le donne
stessero a guardare piegate in open girdle
una lapide, per quanto la lapide fosse assolutamente anonima,
pensate che, sotto, oltre la staccionata,
ci debba essere una scarpata(“Cliff”)
e si debba essere sul bordo(“edge”) per cucirvi la vertigine?

Non ci crederete, ma intanto che, per questo, ci si connetta alla contea di Spoon River, dopo di allora, da quella lapide per Mildred Charles su cui Seamstress, piegandosi, vi verticalizza l’oggetto a, apparve, nel web, al poeta, un’altra piegatura della Cucitrice, che, questa volta, però, si girava a guardare lo sguardo del visionatore(e del fallo?), sulla staccionata, accanto all’insegna, un’altra lapide?, del bordo della scarpata(“Cliff-edge”)?    
     

[i] Cfr. per questa cucitura di Seamstress, in particolare, Mrs.Williams, a pagina 160 e 161 dell’Oscar Mondadori: Edgar Lee Masters, Antologia di Spoon River, trad. it. Milano 1992.
$
Leggi anche: 

HIT PARADE DELLA SETTIMANA