Giallo Saraceno • L'enigma televisivo del GHB



L’enigma della satiriasi suicida

Apparentemente, V. era un suicida. Dose eccessiva di GHB. Eppure, c’era qualcosa che non quadrava per il maresciallo, o luogotenente, come lo chiamava l’assistente unep dell’ex  pretura distaccata dell’ex pretura circondariale. Forse era la posizione del corpo. Era dentro l’apparecchio televisivo, un vecchio modello, di quelli che potevi ficcarci dentro qualcosa, specialmente da dietro. Ma qui non solo la testa sporgeva fuori ma anche il fallo. E, per Dio, che fallo! Che magnifico strumento! Che erezione! Quanto cazzo di GHB ha preso ‘sto coglione?! Per terra c’è un messaggio enigmatico, tipico di un suicida: “Cara S., sono allergico ai programmi della Rai, non la sopporto proprio ‘sta compagnia torinese che abita dentro l’agenzia delle entrate della provincia di Torino nel palazzo sequestrato perché cancerogeno e trasmette da Roma e fa diventare giornalisti professionisti tecnici del suono e commessi delle curie locali, ogni diocesi un tot a seconda dell’area amministrata. E così ho deciso di farla finita. Ti lascio tutto il patrimonio inesistente, che, per quanto riguarda l’ascendenza, è stato sottratto all’origine e, per quanto riguarda le immobilizzazioni immateriali non solo disneyane, è stato tutto omesso non solo all’origine. Non darti pena per me, ma provvedi a trovarti un pene per te. Preferisco essere morto che, non solo continuare a chiavarti ma, piuttosto , che continuare a pagare l’affitto che non attiene a nessuna regola, come ai tempi dell’equo canone, ti ricordi?, quell’usuraio del venditore di granaglie, che faceva pure il conciliatore nello sgabuzzino in cui pesava i sacchi di granone e orzo per le galline, non sapeva neanche cosa fosse, insieme al suo complice di carriera, l’addetto alla pretura distaccata del cavallo fortunato, che fece definire il calcolo dell’equo canone sulla base fissata  dal locatore sul contratto, mai visto dal conduttore, depositato all’ufficio del registro con la mia firma debitamente falsificata. Addio.
P.S. Forse questo non è il momento adatto per parlarne, ma ho ragione di sospettare che tua sorella se la intenda, una, con quell’asino del vicino e, l’altra, con quel cane di quello che sta più a est.”
S. si morse nervosamente il labbro inferiore.
“Cosa ne pensa di questo, luogotenente, come la chiama quell’ex assistente unep che affiggeva sulle porte di ignari cittadini buste con la scritta “Stamperia Reale di Roma”?”
Il maresciallo guardò i tubetti di GHB sul comodino(1).
“Da quanto tempo ce l’aveva duro suo marito?”
“Da anni. Era un’erezione psicosomatica. Ed ereditaria. Anche il nonno era affetto da satiriasi. Come chiudeva gli occhi, il fallo si rizzava. E il bello è che non poteva nemmeno passeggiare o scrivere poesie…”
Il maresciallo notò un bicchiere di latte mezzo pieno sulla scrivania. Era ancora caldo.
“Signora S.  sua figlia è ancora all’università?”
“Temo di no. E’ stata espulsa  l’anno scorso, insieme a un docente e a un giornalista professionista, per comportamento immorale. E’ stata una sorpresa per noi. L’hanno colta mentre tentava di immergere un giornalista nano in un apparecchio televisivo sintonizzato  su rai3. E’ una cosa che non sopportano nemmeno all’università della Calabria…”
“E una cosa che non sopporto io è l’omicidio. Sua figlia è in arresto.”
Il GHB non fa scrivere poesie...

Perché il maresciallo, o il luogotenente 
come lo chiama l’assistente unep 
che affigge le buste con su stampato 
“Stamperia Reale di Roma” 
con dentro un foglietto tagliato a metà 
stampato dalla tipografia Baudano, 
tuttora inesistente a Torino, 
sospettò che la figlia di S. 
avesse assassinato suo padre?
Il corpo del signor V. fu trovato con il fallo eretto al 4° grado della scala di Eric Berne, l’orgoglio peyronico, e il televisore sintonizzato su rai3. Un uomo che guarda rai3 non potrebbe mai essere affetto da satiriasi.

(1) Il GHB è conosciuto negli USA anche come "G", "Juice", "Liquid X" o "Liquid E" e meno come "Gamma-Oh", "Georgia Homeboy", "Georgia Detwiler", "Blue Verve", "Gamma-G", "Qi", "scoop", "goop" o "gerb". In Italia è conosciuto anche come GBL.




Lebenswelt di V.S. Gaudio con Woody Allen

Hit Parade della Settimana

Alessandro Gaudio │ Il limite di Schönberg │

I poeti non si sono mai tuffati dalla banchina di Trebisacce.