Giallo Saraceno • Il grilletto facile e il misterioso malanno del Kent




Il professore dal grilletto facile


Il professore, piangendo, confessò di aver scritto di proprio pugno il biglietto alla studentessa.
“Quando l’ha scritto, era eretto?” chiese il maresciallo, o luogotenente, come lo chiamava l’assistente unep B1 della tipografia Baudano, tuttora inesistente, di Torino.
“In che senso?”
“Nel senso che ce l’aveva duro il coso o no?”
“Quale coso?”
“Glielo dico in questi termini. Lei è professore d’estetica, avrà pur sentito parlare della psicologia transazionale e di Eric Berne. Allora, mio caro bell’innamorato a pera cotta: la cosa meravigliosa è che quando si è innamorati si ha voglia di cantare. Perché, invece,lei ha scritto alla studentessa: “Ti amo”? E ce l’aveva duro quando l’ha scritto?”
“E che cazzo, mi scusi, c’entra Eric Berne e la psicologia transazionale con tutto questo?”
“Perché lei, se voleva amare, e quindi procedere alla transazione, come cazzo faceva se non ce l’aveva duro?”
“L’amore a cui mi riferisco è l’amore romantico, e quando si è innamorati bisogna resistere a tutti costi e bisogna stare attenti a non dire le parole delle canzonette…”
“Ma per amare qualcuno è essenziale non solo essere nella stessa stanza, e farla almeno accovacciare non dico sulla scrivania ma sulla poltrona, ma bisogna averlo duro, lo sa questo o no?”
“Io so che per essere un amante veramente in gamba si deve essere forte eppure tenero.”
“Quanto forte?”
“Immagino che dovrebbe bastare riuscire a sollevare un peso di 25-30 chili.”
“E ce la fa…col solo strumento a sollevarlo il pondus?!...Allora era eretto al 4° grado?!...”
“Ma è il fulgore che vediamo attorno alla persona amata che mette in moto tutti gli altri mondi e ci fa essere forti per sollevare il suo mondo…”
“Lo sa che questa radiosità fa pensare a quella che certe persone vedono coll’LSD? Ha fatto uso di sostanze stupefacenti ? Si è fatta una pera quando le ha scritto il biglietto?”
“Non mi piacciono le pere. Preferisco le mele.”
“Col cazzo. Anch’io. E non è agape, questo, mio caro professore!”
“L’amore è la relazione più completa e più nobile di tutte, e comprende il meglio di tutte le altre: rispetto, ammirazione, accensione, amicizia e intimità, tutte insieme, con in più la sua particolare grazia e il suo carisma.”
“Col cazzo…”
“Prego?”
“Col cazzo…regge tutto, l’amore, e tutte le altre relazioni, col cazzo!”
“Veda lei…”
“Prenda il fallo, così si impressiona di meno. Ce l’aveva il “malanno del Kent”, almeno quello, quando ha scritto il biglietto?”
“Cos’è il ‘malanno del kent’?”
“Minchia, ma nemmeno questo sa?! Il secondo stadio dell’erezione secondo Berne: è la “prudenza del pene”, dato che di solito è provocato dalla presenza di qualche dubbio sull’opportunità di proseguire l’operazione. L’organo è lungo e rigido, ma si piega ancora se viene scrollato con la mano o se incontra un ostacolo.”
“No. Non ha incontrato nessun ostacolo.”
“Sì, però così com’è, a meno che la vagina della donna amata non sia aperta e lubrificata, non può entrare e si piega.”
“E quel giovane del Kent la cui spada nel mezzo era ricurva che a scanso di guai, con mossa furba, in due completamente la piegò e,invece di venire, se ne andò?”
“La dichiaro in arresto- affermò il luogotenente,così come lo chiamava l’assistente unep che non scriveva biglietti d’amore alle studentesse ma infilava mezzi biglietti della tipografia Baudano, inesistente, e le affiggeva alle porte dei poeti discretamente infilati in una busta con su stampigliato a caratteri cubitali “Stamperia Reale di Roma”, in nome dei Savoia, checché ne dica la Costituzione – lei sta mentendo, altro che 2° grado lei ha il grilletto facile!”
Come ha capito il maresciallo , o luogotenente, ecc.ecc.,
che il professore non aveva il malanno del Kent ma il grilletto facile?
Nel terzo grado, il fallo raggiunge il massimo delle sue dimensioni ma non tutta la sua nobiltà. E’ rigonfio, rigido e come pronto all’erezione ma a volte vacilla troppo presto ed eiacula prima che entrambi i partner abbiano avuto la possibilità di esprimersi pienamente. E la ragazza non si era espressa per niente, non aveva neppure risposto al biglietto. Anzi aveva deriso il compilatore. Questo, il 3° grado, è anche detto nel linguaggio comune “avere il grilletto facile”, e nella stanza, un occhio di lince come il luogotenente l’aveva notato in parecchie tracce.





Lebenswelt di V.S.Gaudio con Woody Allen

Hit Parade della Settimana

I poeti non si sono mai tuffati dalla banchina di Trebisacce.