Passa ai contenuti principali

Maria Popova ♥ Susan Sontag on Love

Susan Sontag on Love: Illustrated Diary Excerpts

by 
“Nothing is mysterious, no human relation. Except love.”
HAPPY UPDATE: We’ve released a sequel, Susan Sontag on art, with proceeds benefiting A Room of Her Own, a foundation supporting women writers and artists.
The recently released volume of Susan Sontag’s diaries, As Consciousness Is Harnessed to Flesh: Journals and Notebooks, 1964-1980(public library), is a treasure trove of insight — on writing, on censorship, on aphorisms — from the deepest corners of one of the greatest minds in modern history. But besides her extraordinary intellect, what made Sontag a force of nature was also her complex and ever-evolving emotional perception, brimming with extreme self-awareness and keen reflection on her relationships with others.
I sieved Sontag’s journals for her most poignant, most private meditations on love — candid, vulnerable, hopeful, hopeless — and asked artist extraordinaire Wendy MacNaughton (    ) to hand-letter and illustrate them exclusively for Brain Pickings. Enjoy.
As Consciousness Is Harnessed to Flesh: Journals and Notebooks, 1964-1980 is superb and revealing in its entirety — impossible to recommend enough.

Hit Parade della Settimana

Manca il cappello in Ai no Corrida.

TAM TAM 3/4 ▐ Una poesia di V.S. Gaudio

Tam Tamn.3-4 Rivista trimestrale di poesia Edizioni Geiger Torino
1° semestre 1973

Indice  34 V.S.Gaudio Una poesia

Aida Maria Zoppetti ░ Temporale in mezzo alla foresta

Accordo temporale Malgrado i grilli che aveva per la testa aveva l’aria d’esser così lento che il nome vento era quasi vuoto. E fu così che in mezzo alla foresta lui fece voto, promessa, alla tempesta di esserle, nel tempo, più devoto.
Äricreazione                                                                                               blog artificiale d'arte e artifizi 900° POST DI GAUDIA 2.0

Effrazione con le mollette nell'abitazione di Marisa Aino, Alessandro Gaudio e V.S.Gaudio a Villapiana Lido

Se messo a letto, un verso ⁞

Se messo a letto, un verso, anche il più cancellato, è come una città opportuna, ha maniglie d’ottone, un astratto asteroide, un po’ come la mia Torino, e il treno, come verseggiava Luciano Erba, non può essere lontano, questo emisfero o stufa, anfratto asteroide, scrisse, nella sua Stimmung, Maria Luisa Spaziani: buonanotte e sotto a sinistra dio, sulla stessa riga a destra: mano, e sotto la mano: -UUNG! WELTANSCHA- era nella pagina prima, sopra (e il treno non può essere lontano).

Aida Maria Zoppetti ⁞ COSA

Cosa
        – lì dove guardo –
        è un sostantivo
        cosa mi opprime
        e non dirò più nulla
        cosa scende la sera
        e cosa appare
        cosa sorpresa
        quando l’ho veduta
        rosa e leggera
        leggera è un aggettivo
        e rosa è il ramo
        (ignora il vento)
        – dormiamo?

Äricreazioneblog artificiale d'arte e artifizi