A Lua ▬ Misse Moss

A lua nova è Misse anche in portoghese…v

Per il novilunio di gennaio, che è particolare, si è fatto oggi alle 13.15 TU e a gradi 300, che, nell’alfabeto mnemonico, starebbe per “Miss”, che è, sì, “signorina” ma anche “colpo mancato”; come schema verbale, è così assente la luna che corrisponde a “sentire la mancanza di”. Posto il grado 300 come equivalente alla parola “moss”, avremmo la luna del “muschio” o del “terreno paludoso”, e dell’oggetto “a” che vortica al meridiano del visionatore nelle vesti di Kate Moss. Qualcuno, a questo punto, suggerisce “Moses”, ma , speculare com’è con “Mass”, nel buio che c’è là fuori nessuno riesce a vederlo tra “messa” e la “massa”. Un bel pasticcio, “Mess”, che è questo: “confusione” che ci permette di  connetterci  a “Muzzy”, che è sempre 300, come archetipo-epiteto dell’”inebetito” e del “confuso”. “Mess” sta anche per “mensa”, un po’ come nel tedesco “Messe” che è sia “mensa” che “fiera”, “esposizione” e anche “messa”, che, in inglese, era “Mass”. La “materia” e la “massa” del tedesco “Masse” è anche “folla”. La quantità fa quadrato, per questo c’è massa, che, anche al buio, è da esposizione, come la Moss. La "luna che non c’è" di  "Miss Moss"?
© Nan Goldin

Hit Parade della Settimana

Alessandro Gaudio │ Il limite di Schönberg │

I poeti non si sono mai tuffati dalla banchina di Trebisacce.