Passa ai contenuti principali

Aurélia M Gurgur│Aurélia Steiner de Durrës

Ti që më ndjek,
je i sìgurt për të kuptuar e time gjuhë?
(Tu che mi segui,
sei sicuro di intendere la mia lingua?)

Aurélia Steiner de Durrës




Verso sera , qui, ci sono sempre colpi di luce all’orizzonte, anche se il tempo è stato coperto tutto il giorno; anche se è piovuto, le nuvole, in un istante, si allontanano e lasciano passare la luce del sole.



A questa latitudine, perpendicolare al Meridiano dei 78 minuti, visto da una prospettiva d’insieme, dal lato del senso, il mondo è ben deludente; visto nel dettaglio, colto di sorpresa, befas, è alla sprovvista, improvvisamente è sempre di un’evidenza perfetta, come se il fotogramma, di colpo, reso immobile, facesse culminare al Meridiano l’immediatezza drammatica e segreta dell’Altro.







C’è questa lunga sera sabbiosa, e non ci sono i venti del nord in questa insenatura nell’ampia sala da pranzo dell’albergo Adriatik una giovane seduta a gambe divaricate con la sinistra tiene aperte le labbra della vulva, mentre con la destra si passa la punta dell’archetto sul clitoride in un lieve tremolo.



Non è su uno sgabello nella sua camera da letto, non è a Manila.
Non è una violoncellista ventiquattrenne.
Non è S. che, ne La suite vénitienne, si traveste e si fa bionda per seguire l’altro, per farsene specchio senza che lui lo sappia[1].



[1] Vedi:Jean Baudrillard, La suite vénitienne, in: J.B., La trasparenza del male, trad.it. Sugarco edizioni, Milano 1991.


v.s. gaudio □ Aurélia M Gurgur │Aurélia Steiner de Durrës

Hit Parade della Settimana

Manca il cappello in Ai no Corrida.

Aida Maria Zoppetti ░ Temporale in mezzo alla foresta

Accordo temporale Malgrado i grilli che aveva per la testa aveva l’aria d’esser così lento che il nome vento era quasi vuoto. E fu così che in mezzo alla foresta lui fece voto, promessa, alla tempesta di esserle, nel tempo, più devoto.
Äricreazione                                                                                               blog artificiale d'arte e artifizi 900° POST DI GAUDIA 2.0

TAM TAM 3/4 ▐ Una poesia di V.S. Gaudio

Tam Tamn.3-4 Rivista trimestrale di poesia Edizioni Geiger Torino
1° semestre 1973

Indice  34 V.S.Gaudio Una poesia

Effrazione con le mollette nell'abitazione di Marisa Aino, Alessandro Gaudio e V.S.Gaudio a Villapiana Lido

Aida Maria Zoppetti ⁞ COSA

Cosa
        – lì dove guardo –
        è un sostantivo
        cosa mi opprime
        e non dirò più nulla
        cosa scende la sera
        e cosa appare
        cosa sorpresa
        quando l’ho veduta
        rosa e leggera
        leggera è un aggettivo
        e rosa è il ramo
        (ignora il vento)
        – dormiamo?

Äricreazioneblog artificiale d'arte e artifizi

Giovanni Fontana ░ Tarocco Meccanico Reading

TAROCCO MECCANICO
Dal minuto 6 e 5 secondi, non perdetevi  il  Reading di Giovanni Fontana  dal suo Tarocco Meccanico