Passa ai contenuti principali

Trittico inquieto ▌Sara Smigòro

QUESTO ROMBO CTONIO
(versi come cronaca)
Suono ma è stridore sotterraneo
produce attese e a lungo
giunge l’ansia il timore sia maligno
segno ctonio
i droni in cielo e i misteri in terra
un preludio di guerra e non sai dove
l’universo è un bicchiere smisurato
colmo di fiati umani in batteria
tutto è poesia ma…
tutto è già malaria
fin da sempre c’è l’uomo
e questo rombo ctonio
varia malizia nel potere
la sete del dominio sulla vita
nel gestire il capriccio e farne morte
dalle Termopoli a Waterloo
alla Baia dei porci
a Hiroshima.
Giosuè ferma ancora il sole biblico
per completare lo sterminio
a scimitarra
aveva una mascella di leone.
Allora le Crociate adesso l’Isis
contrappasso e compenso.

PUPÀRO ANSIOSO
(versi come scrupolo)
Cosa dirò ai miei cari Pupi oggi?
Mi duole l’imbrogliarli
muti e fedeli quanto son pazienti
dirò loro il mio affetto
e che non smetto di volerli bene.
Ma ci vuol altro,
al cambio delle scene
mi fissano perplessi
ciascuno, in essi, è un po’ la mia coscienza
nel loro legno inerte colorato
sarei vigliacco e ingrato
a ingannarli come fa il Governo
quando d’inverno ci promette estate
e quanto tutto è buio dice: aspettate!

LA NOTTE AL GIORNO
(versi come dialogo)
“Amore mio, ti seguo, sono l’ombra
che nulla ingombra l’attimo o l’eterno
se in due corriamo a turno
con te alla guida mi riposo e torno
l’ora che smarco è fase nel ritorno”.
Così la Notte al Giorno
Nel fedele seguire il proprio turno.























Hit Parade della Settimana

Manca il cappello in Ai no Corrida.

Aida Maria Zoppetti ░ Temporale in mezzo alla foresta

Accordo temporale Malgrado i grilli che aveva per la testa aveva l’aria d’esser così lento che il nome vento era quasi vuoto. E fu così che in mezzo alla foresta lui fece voto, promessa, alla tempesta di esserle, nel tempo, più devoto.
Äricreazione                                                                                               blog artificiale d'arte e artifizi 900° POST DI GAUDIA 2.0

TAM TAM 3/4 ▐ Una poesia di V.S. Gaudio

Tam Tamn.3-4 Rivista trimestrale di poesia Edizioni Geiger Torino
1° semestre 1973

Indice  34 V.S.Gaudio Una poesia

Aida Maria Zoppetti ⁞ COSA

Cosa
        – lì dove guardo –
        è un sostantivo
        cosa mi opprime
        e non dirò più nulla
        cosa scende la sera
        e cosa appare
        cosa sorpresa
        quando l’ho veduta
        rosa e leggera
        leggera è un aggettivo
        e rosa è il ramo
        (ignora il vento)
        – dormiamo?

Äricreazioneblog artificiale d'arte e artifizi

Se messo a letto, un verso ⁞

Se messo a letto, un verso, anche il più cancellato, è come una città opportuna, ha maniglie d’ottone, un astratto asteroide, un po’ come la mia Torino, e il treno, come verseggiava Luciano Erba, non può essere lontano, questo emisfero o stufa, anfratto asteroide, scrisse, nella sua Stimmung, Maria Luisa Spaziani: buonanotte e sotto a sinistra dio, sulla stessa riga a destra: mano, e sotto la mano: -UUNG! WELTANSCHA- era nella pagina prima, sopra (e il treno non può essere lontano).

Giovanni Fontana ░ Tarocco Meccanico Reading

TAROCCO MECCANICO
Dal minuto 6 e 5 secondi, non perdetevi  il  Reading di Giovanni Fontana  dal suo Tarocco Meccanico