Passa ai contenuti principali

Il Pondus storico della Grammatica Shqip █

Kolec Topalli
Gramatikë Historike e Gjuhës Shqipe
Botimet Albanologjike
Tiranë 2011
  photo by Marisa Aino © 2016

Il Pondus della Grammatica storica della lingua albanese 9.57

La Gramatikë Historike e Gjuhës Shqipe di Kolec Topalli, di 1738 pagine, pesa 3143 grammi.
Se volessimo calcolarne l’indice del Pondus, come ci fa fare V.S.Gaudio nella sua somatologia dell’immagine, otterremmo l’indice di robustezza di Pignet sottraendo dall’altezza la somma del peso e della larghezza del volume.
Altezza (della hardocover) – (peso + larghezza hardcover)= Pondus.
24.5x10=2450 – (3.143 – 16.5x10=1650=)1493= Indice del Pondus 9.57.
9.57 è compreso nel valore considerato “Altissimo”, che va da 11 a x, più decresce, più il valore si fa altissimo; il valore alto, di conseguenza, nel sistema di V.S.Gaudio, comprende l’indice che va da 20 a 12; il valore medio-alto va da 26 a 21, e così via, fino al valore basso che va da 37 a  x.
Il fatto davvero Heimlich è che la Gramatikë di Topalli, edita da Botimet Albanologjike, Tiranë 2011, ha lo spessore, che comprende le 1738 pagine e non la hardcover, di centimetri 9.57, lo spessore è l’indice del Pondus della Gramatikë Historike di Kolec Topalli! ! by Marisa Aino
photo by Marisa Aino © 2016

Hit Parade della Settimana

Manca il cappello in Ai no Corrida.

Aida Maria Zoppetti ░ Temporale in mezzo alla foresta

Accordo temporale Malgrado i grilli che aveva per la testa aveva l’aria d’esser così lento che il nome vento era quasi vuoto. E fu così che in mezzo alla foresta lui fece voto, promessa, alla tempesta di esserle, nel tempo, più devoto.
Äricreazione                                                                                               blog artificiale d'arte e artifizi 900° POST DI GAUDIA 2.0

TAM TAM 3/4 ▐ Una poesia di V.S. Gaudio

Tam Tamn.3-4 Rivista trimestrale di poesia Edizioni Geiger Torino
1° semestre 1973

Indice  34 V.S.Gaudio Una poesia

Se messo a letto, un verso ⁞

Se messo a letto, un verso, anche il più cancellato, è come una città opportuna, ha maniglie d’ottone, un astratto asteroide, un po’ come la mia Torino, e il treno, come verseggiava Luciano Erba, non può essere lontano, questo emisfero o stufa, anfratto asteroide, scrisse, nella sua Stimmung, Maria Luisa Spaziani: buonanotte e sotto a sinistra dio, sulla stessa riga a destra: mano, e sotto la mano: -UUNG! WELTANSCHA- era nella pagina prima, sopra (e il treno non può essere lontano).

Aida Maria Zoppetti ⁞ COSA

Cosa
        – lì dove guardo –
        è un sostantivo
        cosa mi opprime
        e non dirò più nulla
        cosa scende la sera
        e cosa appare
        cosa sorpresa
        quando l’ho veduta
        rosa e leggera
        leggera è un aggettivo
        e rosa è il ramo
        (ignora il vento)
        – dormiamo?

Äricreazioneblog artificiale d'arte e artifizi

Aida Maria Zoppetti ░ Duck

alfabetizzazioni:     abcdefghijklmnopqrstuvwxyz

from↓ricreazione  blog artificiale d'arte e artifiz