░ Se alla curva du culu un taglio

per un lettore culturalmente adulto!


se alla curva du culu un taglio, l’ǔgna
che vicino ari camaggi di mmuscitta chiazze di sperma
l’odore du chignju che versando il segreto doppia
e impracchja verde e azzurro e sapore di pilu
che viene per di più e di già
sott’u jirito schiocca pieno di cianciarusu di vulla
e sapore dello gnomone che è bagnato d’umori e di minchia


di fronte c’è Torre Mellaro e più in là Cavaliere
in questa altezza di 1405 metri sospesi sopra la minchia
colano sul luogo, sull’erba sperma e miele di femmina
che si immergono nell’azzurro e nel verde
ciascuno fatto di legno e carne, fica e culo
quasi indiscernibili, tanto che il senso si mangia
nella controra e fa eco al suono vento a caso
al prato con la merda di vacca, al legno
bagnato su cui stai seduta forgiando u ddrugu

da U Togu du Marsianu


Hit Parade della Settimana

Alessandro Gaudio │ Il limite di Schönberg │

I poeti non si sono mai tuffati dalla banchina di Trebisacce.