I poeti non capiscono le Allegorie della propria vita.

Legge dei poeti che non capiscono le allegorie della propria vita
I poeti si svegliano nel mezzo della notte, con la chiara, subitanea coscienza di non aver mai capito nulla delle Allegorie della propria vita.
Corollari
1.I poeti non hanno Allegorie.
2.I poeti non capiscono nulla.
3.I poeti vivono la vita degli altri.
4.I poeti hanno una coscienza subitanea.
5.Chi non si sveglia nel mezzo della notte è un narratore.
6.Chi capisce le Allegorie è Giorgio Manganelli.
7.Se ha la subitanea coscienza Chiara, Bianca è l’Allegoria del Plenilunio?
8.Non è detto che la propria vita, anche di un calciatore oltre ai palloni, abbia delle Allegorie.
9.Nemmeno le Allegorie hanno una vita propria.


 Ascolta il podcast di SoundcloudV.S.Gaudio legge la Legge con

Hit Parade della Settimana

Adam Vaccaro ░ Genova (un'arena un ventaglio

STEVE│50

Sogna Essa… ░ e sognai EmmeA a Taras.

Poetica dei Gemelli. Camillo Pennati e la losanga di Lacan della mia amica