I poeti, quelli che... non giocano a calcio.


Campo di alcuni corollari su cover Paolo Volponi, Il linguaggio sportivo e altri scrittia cura di Alessandro Gaudio, ad est dell’equatore, Napoli 2016
Legge dei poeti che non amano il calcio
I poeti non sanno (e non amano) giocare a calcio.

Corollari
1. Pasolini sapeva giocare a calcio. Come V.S. Gaudio.
2. Quindi V.S.Gaudio forse non era poeta, anche perché Pasolini era regista, seppure V.S. non fosse omosessuale.
3. Il calcio è un gioco di squadra, se non hai i compagni di squadra adatti al tuo gioco, puoi sempre rientrare nella squadra dei poeti.
4. I poeti del Gruppo 63 amavano giocare a calcio?
5. I Novissimi amavano Bulgarelli e Pascutti, un po’ come Volponi?
6. Giorgio Caproni, chi mai l’avrà visto dare una pedata a un pallone?
7. Camillo Pennati non ha mai giocato a calcio.
8. Nico Orengo pure.
9. I poeti che lavoravano da Einaudi non hanno mai giocato a  calcio.
10. Mario Baudino non ha mai giocato a calcio.
11. Sandro Sinigaglia pure.
12. I poeti che lavoravano da Agnelli a “La Stampa” non tifavano Juventus?
13. Giorgio Bàrberi Squarotti non tifava Juventus ma amava il calcio e il Torino.
14. Roberto Rossi Precerutti non ha mai giocato a calcio.
15. Giorgio Luzzi pure. Nemmeno a Torre Pellice.
16. Giovanni Ramella Bagneri non ne parliamo.
17. Sandro Gastaldi amava il calcio?
18. Loris Maria Marchetti, mi chiedo, tra caffè e musica, forse avrà tirato qualche calcio
a un pallone, ma dove, nel cortile della Utet in corso Raffaello?
19. Quelli di Pianura tifavano Novara o per la Pro Vercelli?
20. Raffaele Perrotta e Franco Capasso per il Napoli?
21. Sebastiano Vassalli, si capiva che gli piaceva Causio. Ma può essere?
22. Ettore Bonessio di Terzet tifava per l’Alessandria o la Sampdoria?
23. Giovanni Raboni teneva per l’Inter come Maurizio Cucchi? O per il Parma come Guanda?
24. Paolo Volponi tifava per il Bologna, e  amava il calcio dei giocatori del Bologna.
25. Giuliano Gramigna tifava per il Bologna o , ci pensi?, per il Milan?
26. Folco Portinari, voi dite che amava il calcio? E teneva per il Toro come Bàrberi?
27. Anche Gianni Morandi, che non è poeta come lo fu Paolo Volponi, amava il calcio dei giocatori del Bologna.
28. Gianni Morandi amava giocare a calcio con la Nazionale dei cantanti.
29. V.S.Gaudio, che sapeva giocare all’ala, e anche in porta, una volta fu messo, sul periodico “Cultura Calabrese”, in una formazione di poeti come centravanti, per via del fatto che era considerato un bomber avanguardista.
30. Un poeta dialettale, invece, perché arretrato anche culturalmente, tamarro o ombrone ammašcato che fosse, fu messo come stopper. Lo stopper  della Nazionale dei poeti calabresi…un altro po’ di culo e prendevamo l’oro alle Olimpiadi, come quelli del nuoto e dell’acqua elettrica.
31. Dario Bellezza, che una volta venne a farsi il mare a Roseto Capo Spulico, non giocava a calcio, perché aveva sempre in testa il cappello.
32. Pure V.S.Gaudio, a un certo punto, smise di giocare perché aveva sempre addosso il Montgomery e un Barbetti in testa.
33. Marisa Aino, quand’era la ragazza di V.S. Gaudio, un giorno disse al poeta che stavano facendo una squadra di calcio femminile e allora V.S., che era gelosissimo e amava quella ragazza più della Juventus e di alcune future pallavoliste della Nazionale,specialmente quando metteva gli shorts da calciatrice allora in voga,   le rispose: “Non ti basta che sia solo io il tiratore sotto porta?”, o forse: “A questo punto: se tu vuoi fare la giocatrice del pallone, in questa terra in cui qualche pallone vol-au-vent(volavìnt)lo stiamo vedendo solo di recente, io giocherò sotto rete con quella pallavolista futura della Scavolini o della Foppa Pedretti anche per via degli shorts più avanzati”.
34. Mariella Bettarini, che nei giorni feriali faceva la rossa comunista, alla domenica  non poteva non fare la viola per via del Giancarlo Antognoni.
35. Rossana Ombres, che un giorno scrisse a V.S. che gli piaceva l’uso che faceva del fantasma bagnato, per via di una delle sue prime Lebenswelt a lei indirizzata, non ha mai giocato a calcio.
36. Mara Cini anche.
37. E Milena Nicolini.
38. Aida Maria Zoppetti, quella di “North”, tifava Atalanta? Per via del suo verso veloce?
39. Anna Malfaiera non amava il calcio.
40. Carlo Cignetti pensava che si potesse giocare a calcio con il suo “Gioco di carte”.
41. Jole Tognelli, di sicuro, non tifava Roma, e nemmeno per la Lazio.
42. Gianni Toti, questo è il punto,se avesse mai giocato a pallone, giocando in porta, con i tuffi a metaplasmo lui andava a destra e il pallone si infilava all’incrocio dei pali dall’altro lato?
43. Gianni Toti, quando parava,però, era strabiliante: faceva parate metaplasmatiche! O metaplasmiche? Da metapplausi.
44. Giuseppe Favati, quello de “Il Ponte” che ancora reggeva, tifava Fiorentina da Piazza Pupporona? Che, mi chiedo, quanto dista da quel ponte?
45. Quelli de “Il Ponte” non sono poeti e non amano il calcio, e non sanno giocare a calcio. Più di uno tifa però per la Fiorentina. E uno di adesso per il Catania?
46. A Paolo Volponi piacevano Bulgarelli, Pascutti e anche Eraldo Pecci e Boninsegna.
47. Alessandro Gaudio, che ha studiato a Bologna, tifa per la Juventus, gli piace Platini e ama giocare a calcio.
48. Paolo Volponi è il Giacomino Bulgarelli della nostra letteratura, secondo Darwin Pastorin.
49. Alessandro Gaudio, secondo Darwin Pastorin, è il saggista che possiede l’eleganza sublime di Platini. Anche quando gioca a calcio.
50. Boninsegna, mi chiedo, conosceva Umberto Artioli, quello del Teatro di Artaud, che  disse a V.S. che aveva giocato a calcio in quel di Mantova?
51. Umberto Artioli non scriveva poesie.
52. Nemmeno Maradona.
53. Fernando Acitelli sì.
54. Secondo voi Eraldo Pecci avrà qualche poesia nel cassetto?
55. E Ivan Zazzaroni no?
56. Oliviero Beha scriveva poesie e amava il calcio.
57. Stefano Lanuzza non ha mai giocato a pallone. Però non tifa Fiorentina.
58. Mario Grasso, se avesse fatto a suo tempo il tifo per l’Acireale, di sicuro finiva in serie A prima del Catania, no?
59. Maurizio Cucchi è il fratello di Riccardo Cucchi? E  perché tifa Inter e non Milan?
60. Agostino Contò, a differenza di Paolo Ruffilli, giocava a pallone. All’ala.
61. Paolo Ruffilli non parlava mai di calcio. Però, a Treviso quella volta, era con una ragazza patagonica.
62. Ennio Cavalli forse tifava Bologna. Per il Rimini, no, dai.
63. A Tonino Guerra, per quanto fosse un poeta dialettale, piaceva il calcio?
64. E se avesse tifato per la Santarcangiolese, in serie A ci sarebbe arrivato anche il Sant’Arcangelo(Pz) di V.S.Gaudio?
65. E la Recanatese, se Giacomino Leopardi fosse stato più in palla, dove sarebbe arrivata?

Hit Parade della Settimana

Adam Vaccaro ░ Genova (un'arena un ventaglio

STEVE│50

Sogna Essa… ░ e sognai EmmeA a Taras.

Poetica dei Gemelli. Camillo Pennati e la losanga di Lacan della mia amica