Detesto le prefazioni • "Non leggermi"

Mallarmé ad un autore inedito che gli chiedeva un testo di presentazione o di sostegno: “Detesto le prefazioni anche se scritte dall’autore, a maggior ragione trovo deplorevoli quelle aggiunte da altri. Un vero libro, mio caro, non ha bisogno di presentazioni, procede per colpi di fulmine come la donna con l’amante, senza l’aiuto di un terzo, il marito…”. In tutto altro senso ho scritto: “Noli me legere” . Divieto di lettura che annuncia all’autore il suo congedo: “Non leggermi”. “Sopravvivo come testo da leggere solo grazie alla consumazione che, scrivendo, ti ha lentamente sottratto l’essere”. “Non saprai mai ciò che hai scritto, anche se non hai scritto che per saperlo”.

[Maurice Blanchot, Après coup, Les Editions Minuit 1983]

SHUMILLA.

SHUMILLA.
SHUMILLA. I nuovi oggetti d’amore in Uh Magazine

venerdì 5 dicembre 2014

L' Universo? ░ Sara Smigòro

È l’ Universo?
(Ovvero
l’era del robot)

Lettera confidenziale di Sara Smigòro a Jole
 
 Cara Jole più oggi che ieri
leggo spesso le mani ai passeggeri
mi capitano bestie sotto gli occhi
mostruose, a piedi … altre sopra cocchi
del Potere sinistro dei finocchi.
Ti racconto dell’ultima visione
che ancor m’abbaglia gli occhi e la ragione:
           mi apparvero da cani erano polli
grassi enormi da darli per tacchini
bipedi dunque impossibili cani
code a ruota a colori da pavoni
come antichi accademici baroni
di lungo corso.
          
           Ahimè mi allerta al morso
il falso cane-pollo e a tutto un sorso  
vedo pure nei social-network
il ricorso al ridicolo o allo shock
un circo coi Pierrot coi Pulcinella
per dire quella smania senza fine
che induce le galline a ovulare
e le donne a figliare.

Tutto un pasticcio è il mondo e i suoi contrasti
i deserti si estendono più vasti
solitudini e guasti falsi e droghe
nelle botti son fradice le doghe
i comunisti divenuti spie 
tramano a cerchio chiuso e  … in sacrestìe!
la luce è ombra il buio è a gogò
l’uomo è finito -  è  l’era del robot -
dirlo fa bene ma non c’è più verso
la scienza si vergogna
c’è odore di carogna …
è l’Universo?
Sara Smigòro, 21 novembre 2014