Gianni Rodari ⁞ L'albero dei poveri

      Che strani fiori, che frutti buoni
       oggi sull'albero dei doni:
bambole d'oro, treni di latta,
orsi dal pelo come d'ovatta,
e in cima, proprio sul ramo più alto,
un cavallo che spicca il salto.
Quasi lo tocco… Ma no, ho sognato,
ed ecco, adesso, mi sono destato...
Ci sono soltanto i fiori del gelo
sui vetri che mi nascondono il cielo.
L'albero dei poveri sui vetri è fiorito: io lo cancello con un dito.




Gianni Rodari: L'albero dei poveri / The Tree of the Poor

da «Filastrocche in cielo e in terra» / «Nursery Rhymes in Heaven and Earth»

Torino, Einaudi, 1960
 Tano D'Amico - Roma, Acquedotto Felice, 1972



           What strange flowers, what good fruits
             today on the tree of Gifts:
                    golden dolls, tin trains,
                    bears with fur like cotton wool,
                    and at the top, right on the highest branch,
                    a  horse that stands out in the jump.
                    I almost touch it... But no, I dreamed,
                    and behold, now, I awoke...
                    There are only frost flowers on the windows
                    that hide to me the sky.
                    The tree of the poor on the windows has bloomed:
                    I delete it with a finger.

To our friends for Christmas
with love
Paolo e Bruno Tonini
L'ARENGARIO STUDIO BIBLIOGRAFICO

Hit Parade della Settimana

Adam Vaccaro ░ Genova (un'arena un ventaglio

STEVE│50

Sogna Essa… ░ e sognai EmmeA a Taras.

Poetica dei Gemelli. Camillo Pennati e la losanga di Lacan della mia amica