Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2014

PHOEBE ZEIT-GEIST│ Intersvista con V.S.Gaudio

Immagine
PHOEBE ZEiT-GEIST Lo spirito del tempo 54.43 x 16


VS Eccoci qua, finalmente, Phoebe! Con la figlia di Heidegger… Ph E tu saresti figlio di Barthes. VS Questo non credo. Comunque, ti ho fatta discendere da Heidegger per via del cognome complicato che hai… Ph E tu allora, che hai un cognome che se gira in Germania tutti a dire: Ma sicuro che questo essere figlio di Freud? Non ha il sicaro in pocca!... VS Dai, che son quasi serbo come te. Zeit-Geist è lo spirito del tempo, dolcezza, che cosa sei l’inno solare all’identità di percezione? Ph Tu dici che sarà per questo che ho fatto lotta orientale ? VS Phoebe…cosa vuoi che ti dica, sei proprio Zeit-Geist, te le tiri dietro, ti ci immergi proprio nel Dasein: che potevi fare se non l’orientale, nel senso che, lo sai no?, quando non ti fanno che fare la 12 e la 17 la testa è sempre rivolta ad oriente… Ph E il culo al tramonto, è questo ? Dio, mi avevano detto che eri un poeta fine e acculturato…

♦ La našca di Giulia

Immagine

La našca e il carattere sanguigno di Giulia byGaudio Malaguzzi

Nei pressi di Sant’Arcangelo, il paese famoso per aver dato i natali al cardinale di Napoli indagato dalla Procura di Lagonegro, in una locanda sperduta nella quale anni fa mi ero ritirato per diverse settimane nell’intento di vedere quanto meno gente possibile e di scrivere il trattato di astrologia e caratterologia francese, per il quale avevo avuto ben due contratti, grazie ai quali l’anticipo dei due editori mi serviva per pagarmi il soggiorno, nonostante queste terre appartengano ai miei avi per via materna, quantunque stento ancora a credere che chi si sia data ufficialmente come mia madre lo sia mai stata effettivamente e affettivamente. Comunque, quando andavo a fare provviste a Sant’Arcangelo, e mi accompagnavano i signori che mi avevano dato albergo,  pur andandoci controvoglia  anche se ogni volta ero turbato dalla potenza mesomorfa della signora che con una gonna grigia abbastanza stretta abbagliava non solo…

Luciano Troisio ⁞ Storiella Zen?

Immagine
Tokyo, 25 novembre 2004
Avevo in camera un bell’ombrello nuovo; credevo fosse in dotazione(come in certi alberghi di Sumatra dove piove quasi sempre). Lo dissi al prof. U. in un giorno di pioggia: -Non preoccuparti, ho unombrello apposito.-
Lui mi chiese:
-Di che colore?-
-Grigio cenere.-
Il giorno dopo venne nella mia camera a istallarmi il computer, vide l’ombrello e disse:
-Ecco il mio ombrello viola che mi sono dimenticato l’altro giorno!-

(Storiella Zen?)

daè luciano troisio ⁞nuvole di drago⁞ edizioni il foglio, piombino 2009░

L’attimo fuggente del follower ░ Quelli che il 21 luglio

Immagine
Tra i miei follower, si fa per dire, è apparso,nel dì-death di Robin Williams, Ernest Hemingway;al crepuscolo non mi seguì più!│Borns21July
— v.s.gaudio (@vuessegaudio) 13 Agosto 2014

v.s.gaudio,Hai un nuovo follower su Twitter. Ernest Hemingway@hemingway873There is nothing to writing. All you do is sit down at a typewriter and bleed. Denver



èLA NOTIFICA DEL FOLLOWER ERNEST HEMINGWAY MI E’ STATA RECAPITATA TRAMITE EMAIL L’11 AGOSTO 2014 ORE 15.37▐

▐ Mourning Robin Williams

$ leggi anche onètribeca

Alessandro Gaudio │ Il limite di Schönberg │

Immagine
Alessandro Gaudio Il limite di Schönberg Il principio ibrido, il disagio e la mancata fine del romanzo Ricerche estetiche con testi di V.S. Gaudio  Prova d'AutoreCatania 2013

Questo volume raccoglie saggi e interventi pubblicati, spesso con titoli differenti e modificati nella forma, su «Lunarionuovo», storica rivista catanese diretta da Mario Grasso, eccetto un paio ospitati da «Allegoria» e dal «Ponte»; il più delle volte, gli scritti di Alessandro Gaudio sono stati affiancati da testi di V.S. Gaudio, in non pochi casi differenti o più estesi, rispetto a quelli qui antologizzati, nell’ambito della rubrica di critica e di letteratura intitolata Il limite di Schönberg. In essa si è tentato di usare congiuntamente le armi dell’analisi, della ricerca e della letteratura (senza abolirne le differenze) nel tentativo di sintetizzare un’idea di critica che sia in grado di osservare il suo oggetto da punti di vista inconsueti, sorprendenti. Da un oggetto, da un volto, da un’immagine allo specc…

Agostino Contò ░ MUSICI GUITTI

Immagine
Agostino Contò
Musici guitti
traduzioni, simpatie

E' tra le tue pieghe morbide
che ritrovo la mia giovinezza
nei tuoi pensieri liberati nel sonno
nei sussurri detti piano
sotto le lenzuola di lino
è nella seta delle tue carni
che profumano della schiuma del mare
che mi ritrovo ricco della mia vita,
nella bellezza del tuo volto
che mi riscopro incredulo,
mai sazio di guardarti.

Tu me par un pomet
dreta eo fa un fuss
svelta co fa un cavaret
bianca eo fa 'l lat
tòca tu è co fa 'n sass
tu a oci che par more de spin
tue è bèa co fa i fior
stagna tu è co fa 'n castagner

Bevémo, dai, cossa vutu spetar che fassa scuro!
El dì xé curto co fa un deéto; pitosto, vècio,
tira zo le to bele squele nove, quela volta
Baco ne gà regalà el vin par 'negar le passion:
buta, buta, impenissile ben
bevemoghene una drio st'altra

▫ SIMPATIE Stavano lì, giocando con la palla tra gli alberi; il bosco era fitto; i fantasmi arrivarono con le ombre della sera ▫ MUSICI Dal flauto uscivano note ineffabil…