Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2016

Il problema della poesia e il problema delle menti altrui.▬

Immagine
▬Il problema della poesia lineare, come la chiama Ignazio Apolloni, è come il problema delle menti altrui, è una confusione, una confluenza di interrogativi diversi, ma si tratta principalmente di questo: io ho scritto una poesia: non so se gli altri abbiano o meno scritto una poesia, fin quando non lo so, sono io il poeta, poi scopro che tutti hanno più o meno scritto e pubblicato una poesia, e allora la domanda, prima posta alla rovescia, nel verso giusto suona: sono io poeta per il semplice fatto che sono diverso dagli altri che pure hanno pubblicato una poesia, e adesso lo sarò ancora di più se mi pubblica l’industria editoriale della poesia o, in mancanza o anche in correlazione, lo sarò ancora di più pubblicandomi io stesso presso uno di questi editori a pagamento che, a conti fatti, ormai, son tanti quanti quelli che scrivono poesie lineari?


La poesia lineare alle giostre stanziali di Segrate ▬

Immagine
▬E come la poesia lineare, Niusia che amava cavalcare se ne andò alle giostre stanziali di Segrate, dove, cavalcando il suo cavalluccio di legno, sorrise non si sa quante volte al poeta che andava in Mondadori quando l’editore di una volta, quello vero,  faceva i periodici Disney. 

Felice Piemontese| Le antiche stanze | V.S. Gaudio

Immagine
Stimmung-Wordle | Le antiche stanze di Felice Piemontese


Josephine Gaudio vs Josephine di Chris Rea ░

Immagine
Nelle ricerche che il poeta  V.S. Gaudio fece a Salt Lake City all’International Genealogical  Index dei Mormoni vennero fuori, dall’Index U.S. Social Security Death California,  due Josephine Gaudio: la 1^ era nata il 19  Jan 1888 e la 2^ il 29 Dec 1913. La 1^  era nata l’anno prima del nonno del poeta; la 2^ nello stesso mese e anno di uno zio del poeta, che, fatto strano, ebbe nel proprio stato di famiglia una singolare ragazza a cui venne dato il nome Giuseppina, anziché Aurelia. Si esclude, in ogni caso, che sia la 1^ che la 2^ Josephine possa essere l’ispiratrice o l’oggetto d’amore denominato “Josephine” di cui al song di Chris Rea. Pertanto sarà mai possibile che un giorno Vinicio Capossela possa dilettarci da par suo con una delicata canzoncina in chiave rebetika, o anche singolarmente “gymnastica”(vista la tipa di cui all’albero del poeta), dedicata a “Giuseppina”? Genealogia del Gaudiov Josephine Gaudio vs Giuseppina Gaudio 

Scuola di Poesia ▌Massimo Sannelli

Immagine
Scuola di poesia: tre frammenti
Close di Massimo Sannelli Primo frammento. La scuola di poesia non insegna a scrivere poesie. Nessuno può insegnare a scrivere poesie. Questa è una mostra di paradossi sani e brutti idoli: insegna l'inizio e la fine, non la parte mediana – la scrittura – di cui il responsabile sei tu. Secondo frammento. La mia poesia è stata interpretata come gelo, e a suo modo urlava, ma non si vedeva. D'ora in poi si vedrà, perché riscriverò tutto. La poesia parlava già della lingua mossa e della lingua tagliata o blesa. E parlava di molti baci; dunque conteneva molte allusioni medievistiche e mistiche. Ma tutto finiva e iniziava lì: solo amore amore amore, non l'estro che combina e gioca. E tu non ami la musica priva di voce umana: le manca la parola e te la toglie. Chopin – dico per dire – è intraducibile: non comunica un solo concetto verbale. è vero senza verbo, fa paura [a me no, ma ti capisco]. Ti toglie dal tuo centro, di cui hai bisogno per esistere.…

Non è un merlo con i baffi ▌Stimmung-Twitter con Felice Piemontese

Immagine
Eiaculando con una cordicella nella fontana vestita di bianco ansima comenellavascadeicigni non è un merlo con i baffi|StimmungconPiemontese — v.s.gaudio (@vuessegaudio) 21 Gennaio 2016Eiaculando con una cordicella nella fontana vestita di bianco ansima come nella vasca dei cigni non è un merlo con i baffi| Stimmung con Felice Piemontese


Ulixes ⁞ Ettore Bonessio di Terzet

Ulixes Da troppi anni Ulisse passa da coste a lidi nel rischio di perdere il nome, bordeggia da una sponda all’altra come un turista smarrito, non ricorda del talamo ligneo presidiato dalla decisa regina astuta. Nel mentre Ulisse porta alla disperazione e alla morte tutti i compagni, perde navi e piloti, le allucinazioni credute divine accorrono nella sua testa, confondono i suoi piani come farfalla attirata dalla lavanda. Sente profumi e vede bellezze, sente canti e vede spiagge dorate, s’incanta per tori troppo bianchi. Si affascina alle spume dei picchi, delle caverne rimbombanti, alla fine stanco di questa scenografia wagneriana si lega alla nave per più non sentire i mostri di dentro e placare la follia che lo brucia sotto il sole, che lo fa pirata inventore di strane leggende bugiarde per costruirsi una storia che finge. Sfinito dalla forza per annodare il tutto si lascia al sogno che profondo lo riporta all’inizio del viaggio. da: SPLENDORE DEL VENTO. La Porta (fr. 2006)
Ettore Bonessio di Terzet

Alla poesia lineare ancora oggi si stenta a farle riprendere i sensi▬

Immagine
▬ Alla poesia lineare ancora oggi si stenta a farle riprendere i sensi; prima che venga il tramonto, vagava sfogliando il suo libro di memorie e la fiaba di Cenerentola, tant'è che dimentica anche di correggere le bozze, e non aggiorna l’indice, io una volta ho visto un libro che aveva l’indice che cominciava a pagina 36 ed era stato pubblicato 36 anni prima, la poesia lineare non se ne accorse, cadde e svenne; poi, quando si riprese, disse: adesso ne faccio un’altra edizione, tanto che Niusia[1], questa volta riapparve per davvero e disse all’autore: basta, per carità, serviva solo un cucchiaio, la letteratura è sì insolubile ma , masticata al mattino, per mezzogiorno si riesce a mandarla giù.


[1] Ignazio Apolloni, Niusia, 2^ edizione, introduzione di V.S. Gaudio, Fondazione Apolloni-Fabra │Edizioni Arianna, Palermo 2012.

Felice Piemontese | Dietro la luna | V.S. Gaudio

Immagine

Salvador Dalí ⁞ L'anamorfosi dell'Angelus e l'astrologia come bollettino del mare

L’anamorfosi dell’angelus come granchio, vai a vedere che è da questa proiezione di Dalí che quella volta facemmo l’astrologia come bollettino del mare…
L’anamorfosi dell’angelus come granchio,forse è da questa proiezione di Dalí che quella volta facemmo l’astrologia come bollettino del mare… — v.s.gaudio (@vuessegaudio) 16 Gennaio 2016|* Per “Topolino” nell’estate del 1993 dal numero 1960 in poi, o, forse, era quella, l’estate, del 1992 e quindi dal 1908, ma c’erano gli speciali per le carte da gioco Modiano, allora era il 1994, dal numero 2012, no c’era la stella amica…

Il naso del poeta di Napoli ▌Stimmung-Twitter con Felice Piemontese

Immagine
Un buco giallo,il cavallo comefosse il naso del poeta di Napoli,totem matriarcale,in altri termini la rosa dei tropici|StimmungconPiemontese — v.s.gaudio (@vuessegaudio) 21 Gennaio 2016Un buco giallo, il cavallo come se fosse il naso del poeta di Napoli, totem matriarcale, in altri termini la rosa dei tropici | Stimmung con Piemontese

Il mondo è dietro la luna ▌Stimmung-Twitter con Felice Piemontese

Immagine
Ulula,per le scale,gli afferra i capelli,glieli toglie,beve liquidi dorme in un buco sul muro,il mondo è dietro la luna|Stimm con Piemontese — v.s.gaudio (@vuessegaudio) 21 Gennaio 2016Ulula, per le scale, gli afferra i capelli, glieli toglie, beve liquidi dorme in un buco sul muro, il mondo è dietro la luna| Stimmung con Felice Piemontese

Chi le infila il dito? ▌Stimmung-Twitter con Felice Piemontese

Il monaco,il nome,gli oggetti,i funghi,il ruolo della regina del sud a cavallo dalla testa di cane,chi le infila il dito?|StimmconPiemontese — v.s.gaudio (@vuessegaudio) 21 Gennaio 2016Il monaco, il nome, gli oggetti, i funghi, il ruolo della regina del sud a cavallo dalla testa di cane, chi le infila il dito? |Stimmung con Piemontese

La poesia lineare è come l'ombra. Impennacchiata come il castello di Bastogne ▬

Immagine
▬. La poesia lineare è come l’ombra, quando cammini per strada o cavalchi un aquilone e guardi la tua ombra e segui la tua ombra, il tormento che ti prende ti raggela, ti sgomenta, la poesia lineare è questa vuota condizione del tuo essere lontano dal suo corpo; con la poesia lineare vorresti manipolare le cose della terra e intanto cavalchi i cavalli di cartapesta, ti fai pesce, uccello, omuncolo, gatto, cane, bove, non fumi, tutto tace, lungo i giorni più tristi che sarebbero venuti sull’orlo della ciminiera che  s’era sbriciolata ed era accesa e impennacchiata, come il castello di Bastogne. 

Salvador Dalì ⁞ L'Angelus e il treno

E il treno?guarda:fece la Penna.Non ne parliamo,quello vedeva l’Angelus anche nelle ciliege,figurati lo stantuffo! pic.twitter.com/PTqlcOgwGA — v.s.gaudio (@vuessegaudio) 16 Gennaio 2016E il treno? guarda: fece la Penna. Non ne parliamo, quello vedeva l’Angelus anche nelle ciliege, figurati lo stantuffo!

Salvador Dalì ⁞ Il becco di Paperina e l'Angelus di Millet

Immagine
Dissi alla Penna che Dalì a Disney gli parlò dell’Angelus di Millet: “Non si connette alla pulsione sadorale di Paperina, per il becco?” — v.s.gaudio (@vuessegaudio) 16 Gennaio 2016Dissi alla Penna che Dalì a Disney gli parlò dell’Angelus di Millet: “Nonsi connette alla pulsione sadorale di Paperina, per il becco?”


Marguerite Gaudio e l'altra Margherita dell'Adriatico ░

Immagine
Genealogia del Gaudiov Nelle ricerche che il poeta  V.S.Gaudio fece a Salt Lake City all’International Genealogical  Index dei Mormoni venne fuori, per la sua matrice piemontese-savoiarda, una Marguerite Gaudio, che era nata o era stata battezzata attorno al 1830 a San Germano (Torino), tanto che, sempre per via di un’altra Margherita dell’Adriatico, si pensò che il poeta dovesse per questo avere un fratello o una sorella tra gli ammašcanti della Val Locana. Può mai esser vero?

La poesia lineare è come la lunghezza di un minuto.▬

Immagine
▬La poesia lineare è come la lunghezza di un minuto, dipende dalla distanza che c’è tra il lavello in cucina, quando stai per lavare i piatti, e proprio allora ti scappa, e il bagno, che, anche a casa tua, è sempre in fondo, ma in fondo, sulla destra, ed è sempre occupato, e non hai i servizi doppi, perché spendi tutti ‘sti cazzi di soldi per pubblicarti le poesie lineari.

La poesia lineare non mi va più, disse Apolloni.L'estensione di Iske ▬

Immagine
▬ La poesia lineare, disse Apolloni, non mi va più e si mise a fare le singlossie e romanzi lunghissimi e tanti racconti, scrisse anche lettere infinite d’amore e favole. Insomma, Ignazio pensava che la poesia lineare fosse una figura retorica, nel senso che gli parve che fosse a disposizione di tutti per l’estensione di Iske alla legge di Parkinson: “lo stomaco si espande fino a contenere tutte le vaccate disponibili”. Lo stomaco, per via di quella figura retorica, si può pensare che debba essere un bell’editore a pagamento, che, di suo, che fa? Vende banane acerbe: tu le compri e le mangi prima che siano mature; quando vai in libreria, invece, trovi le banane mature, le compri e quando arrivi a casa, adesso le mangio e son bell’e marcite tutte quante.

La poesia è un po' come quando.

Immagine
La poesia, voi lo sapete, è un po’ come quando se non scrivi per lamentarti, il prodotto che hai ordinato non arriverà mai. Poi, se scrivi per lamentarti, il prodotto arriverà prima che la tua lettera giunga a destinazione. La poesia è così, in più è come il primo prodotto in ordine di importanza in un elenco che non sarà più disponibile. 

Madeline Gaudio e il Valpolicella ░

Immagine
Nelle ricerche che il poeta  V.S.Gaudio fece a Salt Lake City all’International Genealogical  Index dei Mormoni venne fuori, per la sua matrice veneto-americana,  una Madeline Gaudio , che era nata il 14 aprile 1899, l’anno di Hemingway, ma in California e non era  di quella schiatta di vignaruli inviati nel Far-West  a far vedere agli ultimi indigeni rimasti com’è che si faceva  il Valpolicella .E’ vero?  Genealogia del Gaudiov

Sadiana-Twitter ♠ Il libertino, Dio e (-φ)

Immagine
Il libertino di Sade è convinto che Dio non esiste; Sada, non trovi Nadia?, convince  il portatore del fallo che, visto così (-φ), anche lui non esiste.
Il libertinodiSade è convinto che Diononesiste;Sada,nontrovi Nadia?,convince il portatore del fallo che,visto così(-φ),anche lui non esiste. — v.s.gaudio (@vuessegaudio) 9 Gennaio 2016

Sadiana-Twitter ♠ L'attributo inesistente

Immagine
Da un giudizio di attribuzione, in Sade, si arriva a un giudizio d’inesistenza anche di ciò a cui la cosa è attribuita.Come fa Sada: rende inesistente l’attributo.

Da un'attribuzione,inSade,si arriva a un giudiziod’inesistenza di ciò a cui la cosa è attribuita.Come fa Sada:rende inesistente l’attributo. — v.s.gaudio (@vuessegaudio) 9 Gennaio 2016

Sadiana-Twitter ♠ La logica di Sade e la logica di Sada

Immagine
La logica di Sade, disse alla radio Foucault, è una logica anti Russell; va da sé, ragazza mia, la logica di Sada è una logica anti Lucia di Manzoni.No?
La logicadiSade,disse alla radio Foucault,è una logica antiRussell;va da sé,ragazza mia,la logica di Sada è unalogica antiLuciadiManzoni.No? — v.s.gaudio (@vuessegaudio) 9 Gennaio 2016

Age of Asininity ⁞ Doug E.Barr

Immagine
AGE of ASININITY Although we still think life's a blast
The Age of Entertainment passed.
The Age of Asininity
Is where we find Humanity.

We've given 'Mother' such abuse
It seems we think she is no use.
She cries alone with no effect
To warn us all of our neglect.
Some tears no longer reach the ground;
Thus there's less water to be found.
We cut her trees which let us breathe;
And toxins in her soil we leave.
Pollution we dump in the sea
Creates huge zones where life can't be.
Where life could be not much is seen
For thoughtlessly we've stripped it clean.
Our poisons also fill the air
At rates that show we do not care.
Still offspring we give her to feed
Like she'll continue to succeed.
While risks of global warming rise
As CO2 clouds fill the skies
We put Economy ahead
Of forecasts that will leave us dead.

It's asinine for us to place
Life on this Economic base
So life success and failure rides
On what Economy decides.
One billion of us fail life'…

ARCANDAMICA 2016 ♦ II

Immagine
Arcandàmica 2016 | II L’aquila o il picchio, gallo o giaguaro, il vino vecchio, fulmine, tromba |ARIES→ La dinamica del fanatismo ha orrore della contemplazione Il bue o la barbabietola, zucca o fragola,  cacao, zuccheroso fagotto |TAURUS→ L’ambizione circospetta circuisce il mondo, il gioco Il merlo o il ragno,vespa o anice,  muschio, acidulo flauto |GEMINI→ L’impudenza maneggia le folle e la voglia di stupire, scaltro oboe Lontra o canna, gatto e giunco, stagno o fiume, menta, acquoso clavicembalo |CANCER→ L’immaginazione dissocia la tradizione e la famiglia Cavallo o pavone, elefante e stella marina, rosmarino, mordente organo |LEO→ La mansuetudine della lussuria e la collera improvvisa, l’utopia istrionica Scimmia o lepre, maggiorana o trifoglio, aromatico violino |VIRGO→ Lo scetticismo della pazienza e l’annuario dell’amoralità e dell’umiltà Cerva o faraona, gallina e anatra, nardo, celeste viola |LIBRA→La voluttà della tenerezza e la metafisica della pigrizia, indolente serenità Lupo o …

Mistakes ⁞ 2

Immagine

Aurélia Steiner Pedregoso. Quella che abita a Lisboa ⁞ 2

Immagine
|…| Glielo dico baciandola, le labbra sulla pelle, glielo dico a voce bassa, glielo grido, la chiamo dentro il suo corpo, contro la bocca, contro il muro. A un tratto sto immobile, in un contenimento che mi fa gemere, non ricordo più il suo nome, le comment à nom, e poi, tout bas, di nuovo glielo dico con uno sforzo doloroso come se il dirglielo stesso fosse la causa di questo dolore.

Le dico: Juden Aurélia, Juden Aurélia Steiner.

Mi tengo all’entrata du combien di Aurélia Steiner, resto lì con il glande, tempo con una cura estrema, goupillage che non abbia mai fine, ma sia misura colma, le carambolage du limer. Puis je l’enconne, je lui donne l’aubade, glielo metto tutto dentro, je le lui mets tout dedans, mon braquemard.

Con un movimento lento, molto lento, inverso a quello del suo impeto, j’entre dedans le corps d’Aurélia Steiner, dans le comment à nom, son histoire.

La lenteur, la lime, du Cricon-Criquette nous fait crier.

Di nuovo, urlo i nomi, li ripeto piano, ancora. Le dico ancora i …

TRACY CHAPMAN ♪ 2015 POETRY-SONG

Immagine
Poetry-Song  del 2015 TRACY CHAPMAN ♪ She’s Got her Ticket fromèil silenzio dell’anima