Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2014

♫ Il “Gaudio-Award” per Aurélia Kylie Mynought!….

Immagine


Per Aurélia Kylie Mynought leggi qui in →Pingapa




Lo Zâr di Jeanne Damien ♥

Immagine
Lo Zâr di Jeanne Damien, la Jument du Solstice qui va à la Braderie d’Automne

Jeanne Damien, in jeans e hunter boots , che ha del selvatico-domestico ed è piena, lo muove convinta, è nello stato di Zâr, lo stato di posseduta omologo a quello di tentazione sessuale: “Lo Zâr, quando discende dal suo cavallo attraverso il gurri, è come un marito che si unisce alla moglie nell’atto carnale”[1]. Dal solstizio estivo, nell’angolo del glande del desiderio di S.Giovanni, alla Fiera della Perdonanza, al Fratel Glande, al Capocchione Benedetto dell’equinozio, il tempo della Grande Braderie d’Automne. Jeanne va alla Grande Braderie come se andasse alla Fiera della Perdonanza per la notte del Capocchione Benedetto. Jeanne, si raccomanda a Saint Côme perché “lo vuole così”, e nel giorno della Perdonanza il desiderio, che si era destato e che lei aveva destato, viene soddisfatto: il Poeta, difatti, nel giorno della Grande Braderie d’Automne,la “fantasmizza” celebrando spontaneamente come se fosse u…

░ 'A petra du truonu

Immagine
▐ attraverso l’impalcatura, nel lampo, ‘a petra du truonu, o nell’angolo in cui è immerso la strettezza indicibile del tuo proprio che essendo così cavo o denso, lui che si dà eppure non si tocca ed essendo così toccato è forse più semplice dire che lo dai a chi parla dolce corpo e ha umida l’anima, la minchia di questo spirito che potrà essere in fondo il disegno della cavalcata di confine o il desiderio che ha il filo sottile o la bocca di fuoco di un cannone Parrott il giunto, il buco, la bordata ca ti allenzu tra la superficie del verde e l’articolazione di stâmparélli lo gnomone del proprio indignato e il sentiero di wenza pisciata e miele ch’ampracchja che in fondo costeggia l’asse dei solstizi tra est ed ovest su questa alta linea che in montagna allontana e rende più profonda la sera tanto che lascia vedere il giorno fino al grigio curvo sul legno dove poggi u culu c’è il peso unto del tuo grišo(w)u sulla siepe su questa linea dei beni che mischia l’azzurro del podice e la pastura verde di minne …

♦ La democristiana e la voglia di shummulo

Immagine
La socialista shummulabile™
bygaudio malaguzzi L’avete voluto tutti un governo socialista, disse Thomas Bernhard[i], e adesso potete rendervi conto che proprio questo governo ha dilapidato tutto, e mi venne da pensare a quell’altro nostro socialista che era come il Cancelliere di cui a Thomas Bernhard un uomo volgare, scaltro e rapace che si era servito del socialismo come strumento per soddisfare la sua libido, e, Dio santo, quelle palle turgide che a un certo punto quell’attrice in odor di garofano aveva. E così aveva fatto tutto il suo gabinetto, a guardarla lì in quell’albergo del suo regno e a farci lo shummulo, che, è questo che pensò il poeta, l’ho inventato io nel secolo dopo anche se già lo facevo all’epoca di quelle tette così turgide, due meloni che uno, potendoli mettere in vetrina, fa una fortuna con una bottega di ortofrutta, anche i cetrioli, visto che c’è lo shummulo, che, per farlo, ci vuole molto, shumë, liquido e una pompa, per innaffiarli i cetrioli, cosicché lei ven…

I Test di Paperinik ♦ Sei un vero Leone?

Immagine
I Test Astrologici di Paperinik  di Vuesse Gaudio bSei un vero Leone? “Topolino” n.1392 │Arnoldo Mondadori Editore ■ Milano 1 agosto 1982


DRUUNA SHQIPTARE ▌V.S.Gaudio

Immagine
Incontro Druuna influenzata a Durrës. Da tempo, pur nel mistero che avvolge la sua Herkunft, si vociferava che fosse di etnia albanese, tanto che molti hanno presupposto che dietro la mia Aurélia Steiner di Durrës ci fosse la morfologia mesoendomorfa ma compatta come il legno di Druuna. Difatti il lemma dru-ri è “albero”, “legno”; l’aggettivo drunòr è “legnoso”, “ligneo”. L’abbiamo intervistata in shqip, una lingua che padroneggia bene, anche se, in merito alla sua effettiva Herkunft, non ci ha svelato niente. Comunque ha preteso Beckett in shqip e abbiamo tradotto per lei qualcuna delle Mirlitonnades[i] che Beckett incominciò a scrivere nel 1976.



VS Nga vjen? Di dove sei? DRUUNA E ti nga vjen? VS Nga Gaz! Da(De) Gaudio(ma può essere anche: Gas; vs assonanza di Gaz con dialetto saraceno:”Caz”). D O prej gaz!...prej caz... O da gas!... o da gaudio...da(de) cazzo... La preposizione "prej" sembra più a tono con il cognome originario, difatti “nascita”, “provenienza”, “origine”, “matri…

♦ Il meridiano del poeta e il pondus di Ide™

Immagine
I 194 passi del poeta e l’indice del pondus di Ide I passi del poeta, per arrivare al sottopasso, al cospetto di Ide sono 194, che, nella tavola numerica, nella lingua della kapëz, corrisponde a Të pàrë, “vista”, “occhio”, ma anche a Ide para, ovvero “Ide al cospetto”, insomma i passi per essere al cospetto di Ide. Ma 194 potrebbe essere anche il numero di Ide pìrje, che corrisponderebbe più o meno alla “bevuta” o “fumata” di Ide. Se si tiene conto che il poeta, partendo anch’egli dal punto di uscita da dove abita, arrivi al cospetto di Ide e dia atto alla sua bevuta o fumata in ragione del 194, che è il grado che nel cosmogramma egli oppone a Giove, il sintéma dell’apparizione e dell’esposizione, si capisce che la bevuta non può che essere fatta alla tedesca, e anche la fumata, per questa opposizione, non potrebbe che essere come minimo alla turca; 194, nel cosmogramma del poeta, è quasi il grado della cuspide del Fondo Cielo, per cui sarebbe a nord, dove il poeta si dirige per essere…

♦ Il papale GR™, o il realone?

Immagine
Il doppio “Gran Royale” by Gaudio Malaguzzi
L’analemma esponenziale di Gessica, che è, appunto, questa “Jess” con la sua “Lurker”, è proprio con lo schema verbale di “lurk” che riappare, transita, al meridiano dell’oggetto a del poeta: “lurk” è il verbo intransitivo “appiattarsi”, “stare in agguato”, lo schema verbale tipico di quella ragazzina in bicicletta che si appiattava sul manubrio e stava in agguato continuamente, in quei pomeriggi, per sorprendere il fuggitivo, o chi tentava la fuga, il poeta; e c’è in questa tenera e sfacciata e ostinata funzione del “surplace” anche lo schema verbale “lure”, che è l’”adescare”, o l’archetipo-sostantivo “lure”, visto che stando ferma si fa sostantivo, che è l’”adescamento”. La Lurker di Jess, quando improvvisamente appare al meridiano del poeta e fa riapparire il fantasma di quella Gessica col mutare delle stagioni, e Jess è perciò chi sta in agguato, chi si appiatta, perché il fuggitivo venga bloccato, fulminato dalla potenza patagonica della …