Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2015

LA LUNA DI PIETRO INGRAO ▌Ricordo di V.S. Gaudio

Immagine
Ingrao a Bologna nel 1979 non era ancora poeta ▌


Adesso che Ingrao non c’è più, ti ricordi Nadia[i] quel suo comizio a Bologna, la gente che c’era e stavano finendo gli anni Settanta, e comunista  si dava la città e comunista era quel politico, adesso che il partito comunista non c’è più, adesso che non ci sei più nemmeno tu, e quella sera ti ricordi chi c’era con noi in Piazza Maggiore?  Io  non ricordo se la primavera si fosse fatta vedere e nemmeno se avevo messo il mio orologio sull’ora legale, di solito continuavo a usare l’ora solare forse fino al mio compleanno e a quello di Hemingway, c’era con noi quella  sera  Silvia che, puoi anche non credermi, ho saputo che non c’è più nemmeno lei da tre anni e ho trovato la notizia in tre righe standardizzata, la stessa, e non ho capito se stava al Giglio o all’isola d’Elba[ii], ma lei era comunista come il padre, e tu eri comunista, e che ci sei andata a fare a Milano in mezzo ai poeti neoromantici dell’industria editoriale[iii]? E Pietro Ingrao …

Sadiana-Twitter  Sada e il senso della mortadella

Immagine
Anche Sada non mangia pane, afferisce alla virtù; pensi che la mortadella sarebbe stato il supplemento enigmatico del senso? — v.s.gaudio (@vuessegaudio) 14 Settembre 2015Anche Sadanon mangia pane, afferisce alla virtù; pensi che la mortadella sarebbe stato il supplemento enigmatico del senso?

Sadiana-Twitter  Il pane e il pene

Immagine
A Sade non piace il pane;a Sada,diciche non le piace il pene.La ragione è politica;il pane è tra virtù e lavoro;il pene afferisce all’etica. — v.s.gaudio (@vuessegaudio) 14 Settembre 2015ASade non piace il pane; a Sada, dici che non le piace il pene. La ragione è politica; il pane è tra virtù e lavoro; il pene afferisce all’etica.


Aurelia Petrone Memorial Day ▌HAIKU E DOJO DELLO ZEN DELL'ARANCIA

Immagine
HAIKU
7. Gli uccelli non cantano più La sera è scesa sul mondo E’ vuota la bisaccia del viandante
8. Quanti zingari Sono passati attraverso la pioggia d’autunno Sul ponte di Albidona!
9. L’orologio di Faluccio Non segna più il tempo. I gelsi sono maturi.
11. Soffia il vento nella controra Il Maestro dello Spirito mastica la sua pipa E il tempo vola.

da→Lo Zen di Mia Nonna&© v.s.gaudio 1999
Punto Principio Azioni Qualità Immagine Famiglia

Franco Verdi Memorial Day ║Le monde élastique

Immagine
L’elasticità di Franco Verdi e Christophe TarkosFranco Verdi Memorial Day
Il mondo è tutto elasticità… di Franco Verdi è del 1964, l’anno prima era nato Christophe Tarkos a Marseille; Franco Verdi era nato nel 1934, prima, nei suoi libri anche in quello dei  4 movimenti, presso Rebellato a Padova, indica che è nato a Verona, come  mi certificò con un estratto dell’atto di nascita anche il comune di Verona negli anni Settanta; poi, dopo che è morto, viene indicato, dai curatori più o meno delegati, che era nato a Venezia. Comunque, l’elasticità di Franco Silvano Verdi è del 1964; et les vies élastiques di Tarkos è del 2001. Da Gl J Wolman, Gertrude Stein e Samuel Beckett, il poeta concreto di Marseille dà tutta la sua materialità al testo trattato come corpo in movimento fino a trasformare la langue in “pâte-mot”. Un’estetica ipnotica come se fosse una mastication verbale. Fisica verbale e meccanico-ritmica, la potenza sincopata delle cose in un mondo che “est une seule grande oreille”…

Sadiana-Twitter  La retorica del blow job

Immagine
Senza la parola, la libidine non si sviluppa; il regista di “Aino Corrida” che retorica forma? Quella del blow job?fece sorniona Nadia. — v.s.gaudio (@vuessegaudio) 14 Settembre 2015Senza la parola, la libidine non si sviluppa; il regista di “Ai no Corrida” che retorica forma? Quella delblow job? fece sorniona Nadia.

Paolo Volponi e i libri degli altri║Alessandro Gaudio

Immagine
Paolo Volponi  e i libri degli altri║ “Volponi, in una serie di una serie di testi che, tra il 1967 e il 1994, ha destinato alla presentazione di alcune opere scritte da autori meno conosciuti, individua e descrive la base concreta sulla quale insiste la sua stessa disposizione alla poesia, la sua incrollabile vocazione al dubbio e al confronto, il suo bisogno costante (perché resiste negli anni, viene ribadita e si conserva in ogni luogo) di rifondare la partecipazione, di farsi portatore di un disegno, avendo però sempre la capacità di realizzarlo nella costruzione, oltre che nell'immaginazione. Quella stessa base che, narrazione dopo narrazione, verso dopo verso, frammento dopo frammento,è possibile ritrovare in ciascuno dei suoi scritti. Ex ungue leonem: insomma, anche da poche effimere linee di commento è possibile riconoscere un grande autore”.
da A. Gaudio, Le parole e le cose. Paolo Volponi e i libri degli altri, in S. Ritrovato, T. Toracca, E. Alessandroni (a cura di), Volp…

NELO RISI║ Se la poesia insomma servisse a qualcosa

Immagine
NELO RISI CAPIREI… se un’elegia ti pagasse la cena se un’ode ti scaldasse la casa se un inno ti curasse la pressione se un idillio ti consentisse un salario se un madrigale ti garantisse la pensione se una rima facesse da gentil ramo a un piviere se la poesia insomma servisse a qualcosa fosse un mestiere che rende…
Chi sa fare di meglio non perda tempo dietro i versi
da:→Le Proporzioni Poetiche│2,  a cura di Domenico Cara, Laboratorio delle Arti, Milano 1976 & Nell’antologia di Mimmo Cara, Nelo Risi era nella sezione de Le valenze contestative, con, tra gli altri, Helle Busacca, Bartolo Cattafi, Rolando Certa, Carlo Cipparrone, Giuliano Dego, Attilio Lolini, Mario Lunetta, Anna Malfaiera, Franco Matacotta, Roberto Roversi, Nat Scammacca, Pietro Terminelli║

La Lente di Venere│Ettore Bonessio di Terzet

Immagine
La Lente di Venere │by EBT
La collana di Artepoesia di Ettore Bonessio di Terzet progettata e mai fatta, prima per Aracne: era  in programma come primo titolo il mio Ezra Pound.La Materia Poetica (leggilo qui in ebook: è gratis e non ha alcun pesce tipografico); poi per Mimesis: in programma, e in corso di stampa, a quanto ne sappiamo, presso l’Antica Tipografia Ligure di Genova, insieme a un titolo dello stesso Ettore, sempre come primo titolo il mio Aurélia Steiner (leggilo qui in ebook: è gratis e non  ha pesci tipografici). EBT è scomparso improvvisamente prima di ferragosto: in memoria del poeta fondatore deIl Coboldpostiamo un'altra delle cover per La Lente di Venere , fatte da V.S. Gaudio nel luglio 2014.  Grazie lo stesso, Ettore, Eterna Buona Terra, come dicevi tu, amico caro!
LA LENTE DI VENERE artistipoeti e non, dal 1974  al XXI secolo Narrazioni su autori che hanno segnato un secolo, anche se dimenticati volutamente o no, soprattutto se non entrati nel giro del mercato tro…