Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2015

La Confettura di Pume │Marisa G. Aino

Immagine
La Confettura di Pume d’Ainë ░ Al Maestro dello Spirito che vola nella Controra questo ho da dire: ancora oggi il giovane poeta addenta le pume di giugno, non certo quelle del Giardino dell’Arancia di Mia Nonna dello Zen, che erano ineguagliabili non solo per la vitamina  A ma anche per il tannino e i Sali potassici che ostacolano, lo sa, il Maestro, no?, la formazione dell’acido urico, e anche per gli acidi fosforico, gallotannico e caproico. Il giovane poeta è sempre un soggetto un po’ vagotonico, ha il sistema  nervoso molto sensibile per via del suo nervo pneumogastrico che lo fa essere ansioso e oltre ai disturbi respiratori può a volte incorrere in periodi di stitichezza spasmodica  correlati al restringimento della pupilla e all’allargamento della  fessura delle palpebre; e allora quando arrivava giugno, e quando ancora arriva, il giovane poeta cerca il beneficio delle pume di giugno anche qui nel Pantano, tra la Torre Saracena e l’effettivo Pantano, che è dovuto in primis alla …

Le pume di giugno e il Maestro dello spirito che vola nella controra ▬

Immagine
Le pume di giugno, la Giovane Poesia e la Grande Porca di Sibari 4 La Giovane Poesia, in quel giugno, finite le nespole,  andò a raccogliere le mitiche “pume di giugno”. Quando si apprestava a farlo nel Giardino dello Zen dell’Arancia, apparve al poeta e alla poetessa il Maestro dello Spirito che vola nella controra: “A che potranno mai servirvi queste pume? Non le mangiano nemmeno i porci!” La Giovane Poesia: “Nemmeno la Grande Porca di Sibari?” [da: Lo Zen di Mia Nonna© 1999]



Aurélia Didou Rocher ♦ Andate su, andate giù

Immagine
Mettir in oun logouo ove, spétar oun poco no fazir presto in questa rada, racontar la istoria, voi mirar bonou mi mirato iéri il momento molto bouno qué montar, voi laschiar counchar per mi voi estar, voi mettir dentro, mettir ferro, rangiar toutto, toutto il moundo qué trionfar, voi tornar dritto, ritornar moucho bonou. Cosa voi quérir counchar? Voi laschiar counchar per mi. Voi mountar, voi baschiar con la cabessa, tésoro, ténéro, chouja-chouja mi gustar, mi tastar, rimettir in logo. Si, andar siémé siémé[*].

[*] “State in un luogo dove vi fermate un poco non fate presto in questa rada, raccontate la storia, fate attenzione io ho visto ieri il momento sublime che ascendeva, immergetevi, impiombate, mettetelo tutto a posto, tutto il mondo che trionfa, rimpettitevi, ricrescete delizioso che vorreste fare? Lasciate fare a me. Andate su, andate giù con la testa, l’esprit, tesoro, tenero, dolcemente, mi piace, lo assaporo, reimpostatelo. Sì, andiamo insieme”.

Diacritica ░

La Gioconda │20

Immagine
V.S. Gaudio ░La Gioconda
Leggi anche on▬youblisher V.S.Gaudio l’ebook│La Giocondabyv.s.gaudio

Il nonno del poeta e Chico Montana ♦

Immagine
La pulsione “e” del  nonno del poeta e di Chico Montana ♦ Negli ultimi numeri di “Skorpio” dell’anno 2000, Chico Montana di Horacio Altuna  è al mare in Argentina insieme a Pomo, Perro e Zurdo in fuga dalla mafia di Buenos Aires. Chico sta tentando di fare il giornalista, soldi manco a sentirne parlare, addirittura per entrare in discoteca cercano di rimorchiare delle chicas per farsi pagare il biglietto di ingresso!...Però, anche senza biglietti, incontrano ragazze argentine che sono di quel tipo e di quell’età da marito, ragion per cui, sarà per la matematica del (-φ) di Lacan, la danno anche gratis e con romanticismo e poesia. Almeno nella striscia di “Chico Montana”; poi, in altre strisce di Altuna, la danno anche senza poesia e con più aderenza alla religione del capitale. La storia di Chico con questa ragazza che dice di chiamarsi Talia, e non è vero, comincia sulla spiaggia, una spiaggia in cui , a quell’ora, c’è solo Chico, che ha voglia di pensare, e lei arriva, ci sono i gabbi…

Jenny Holzer ░ Imperative Ten

Immagine

La luce della poesia di Alejandra Pizarnik ░

Immagine
Dio, non chiedermi di registrare le tue meraviglie, io accetto le stelle e i soli e i mondi infiniti. Ma ho misurato le loro distanze e li ho pesati e ho scoperto le sostanze. Ho inventato teoremi e rinvenuti nodi frattali per poeti che ora aborro, ho accresciuto un milione di volte la vista che mi hai dato con lo Zen di mia nonna, ho attraversato lo spazio e anche il tempo con la parola, ma, Dio, dall’aria che fuoco ho da prendere per ottenere la luce della poesia di Alejandra Pizarnik?
$Il ritirarsi dell'identità di percezione  e lo stile del pistrinum

Ignazio Apolloni ░ Lettera a Sebastiano Vassalli

Immagine
Palermo 14.11.93 da Ignazio Apolloni a Sebastiano Vassalli ░

Mio nonno paterno era della provincia di Ascoli Piceno come suo fratello, calato prima di lui a Palermo a vendere scarpe, e sopratutto pantofole (di cui il paese di Montegranaro era produttore) alle signore dell’alta società che allora era costituita essenzialmente dall’aristocrazia. Aprì un negozio in via Maqueda 123 dove poi sono nato io: a dispetto della volontà di mia madre la quale – mi riferiva spesso – ne avrebbe fatto volentieri a meno. Mia nonna, Quintilia Serpetti moglie di Angelo Apolloni, amò moltissimo suo marito al punto da seguirlo dopo tre mesi dal suo ictus che ebbe a stroncarlo mentre andava da qualche parte tenendo per mano mio fratello. Amò ancora di più il vino e per tale motivo ebbi a sentire molti aneddoti su di lei. Gente marchigiana, i due, come un Renzo e una Lucia (Mondella se non sbaglio).

La sifilide, la malattia di Parrot ? ▒ VIRA-TEST

Immagine
Anni fa, prima che Apolloni fondasse la Fondazione Apolloni-Fabra, mi si chiese di preparare un’introduzione per la nuova edizione di un testo che Vira Fabra aveva pubblicato nel 1977, che sarebbe stato il primo libro edito dalla Fondazione a lei dedicata.  Io preparai VIRA-TEST in 2546 parole, titolo e firma compresi. La Fondazione fu, poi, fatta, ma del Vira Fabra , Inciviliti dalla scienza o divorati dai cannibali, 2^ edizione, introduzione di V.S. Gaudio, non se ne seppe niente. Recentemente, prima della scomparsa di Ignazio, ricordai allo stesso di quel mio testo, senza rammentargli il suo progetto; rispose sulla bellezza del mio testo; sulla progettata seconda edizione di Inciviliti dalla scienza niente, divorata da chi o da che cosa? In memoria dello scrittore dell’Antigruppo 73 e dell’Intergruppo, pubblichiamo qui, dopo aver pubblicato il paragrafo 1.,  il paragrafo 2. di VIRA-TEST © 2010.


2. Sono invulnerabili gli animali? Non siamo prole inetta. Protetti da invisibile catafrat…

Agnès Giard ░ Lilith redouble la lettre L

Immagine
Lola, Liliane, Lilith : toutes des salopes ?AGNÈS GIARD24 MAI 2015 (MISE À JOUR :26 MAI 2015) Les versets qui relatent, dans l’Ancien Testament, la création de l’humanité, racontent deux histoires, incompatibles. Prenez la peine de les relire et posez-vous la question : est-ce la raison pour laquelle tous les prénoms avec deux L sont ceux de femmes impudiques, lascives et fatales ? Il y a un bug dansLa Genèse. Au verset 1:27, il est dit «Dieu créa l’homme à son image, il le créa à l’image de Dieu, il créa l’homme et la femme.» S’il faut en croire cette version, l’homme et la femme durent donc créés en même temps, donc égaux l’un à l’autre. Mais au chapitre suivant, il est dit : «Le Seigneur Dieu modela l’homme avec de la poussière prise du sol. il insuffla dans ses narines l’haleine de vie et l’homme devint un être vivant.» (Genèse 2:7). Dans cette version-là de l’histoire, l’homme est créé en premier suivant un principe de préséance qui induit l’infériorité ou du moins la subordination …

Marilyn Monroe Day ♦

Immagine
Happy BirthdayMarilyn Monroe(June 1, 1926)  “I just want to be wonderful.“ ♦ MARILYN MONROE Morfologia del viso e correlazioni astrologiche
Piano superiore Fronte media. Le sopracciglia sono situate in alto e sono distanziate l’una dall’altra, gli occhi sono grandi e mediamente spaziati, le tempia sono un po’ cave.
Piano medio Il profilo non è obliquo, ma raddrizzato. Il viso è normalmente dilatato. Il diametro bi-malare è importante. Le gote sono in rilievo: cfr. Giove in VII e Venere al Medio Cielo. Il naso è carnoso e le sue ali sono marcate: Mercurio-Sole e Venere al Medio Cielo.
Piano inferiore Muscoli masticatori sviluppati(=Venere al M.C.). Diametro bi-goniaco meno grande degli altri(=congiunzione Mercurio-Sole e Nettuno in I). Il mento non è rotondo. La bocca è molto carnosa ed è larga: Luna e Giove in VII(congiunto alla cuspide della VIII) e Mercurio-Sole in XI. Risultante caratterologica C’è equilibrio in tutti e tre i piani del viso. Il mento, la bocca e gli occhi sono di tipo stenico.…