Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2014

♦ Despoetizzare™ la società scolarizzata

Immagine
La borsa della poetessa bygaudio  malaguzzi

C’era stata  in apparenza quella volta un fatto straordinario, non che la vetrina fosse in frantumi e lo zaffiro era sparito, e nemmeno che all’improvviso l’editoria del capitale avesse di colpo abolito la pubblicazione dei poeti dialettali, era successo che la figlia di un editore ebbe la borsa per seguire un corso di dottorato e, apriti cielo, chi le aveva dato la borsa era nientemeno la professoressa poeta, non solo edita dal padre della borsista ma anche dall’editore massimo della poesia, quello che, nel tempo libero, e quando aveva incarichi per amministrare in toto la cosa pubblica, si dilettava col burlesque; ma quello che lasciava attonito il poeta era che  di tale poetessa provò a chiedere in giro, questo fece: che tu sappia, che cos’è che distingue, connota, effettivamente fa poeta quella donna della scolarizzazione nazionale, ha uno stile particolare, è maestra di una particolare imposizione del verso, lo stende, lo flette, lo arcua…

│Beckettiana per C. vs D.

C. dice toglimi D.che à peine-penis-pénible il est perfide et à-patin-patine avec la patte ouverte; C. clos.Oui.J’oublie le (-φ)│Beckettiana
— v.s.gaudio (@vuessegaudio) 28 Luglio 2014

░ Cortese Gaudio

Immagine

Spumante Gaudio ░

Immagine

Mia Nonna dello Zen ▐ Lais Ribeiro non è V.S.Gaudio

Immagine
Lais Riberio in "Perfect 10" photographed by Mario Sorrenti and syled by Edward Enninful for W Magazine Lais Ribeiro
Age: 24
Height: 5’11”
Measurements: 31”-23”-33”
Instagram followers: 93,300
Twitter followers: 21,100
Victoria’s Secret 
shows walked: 3
Number of runway 
shows she walked in 2011 for Rio and São Paulo Fashion Weeks: 53

DNA il nuovo giocattolo a molla di Ignazio Apolloni│Franca Alaimo

Immagine
…la scienza potrà manipolare il DNA per renderlo più adatto alla convivenza civile con valori morali che traggano origine dall’etica aristotelica fino  a quella hegeliana rifiutando qualsiasi influenza o ingerenza di carattere metafisico o teologico:  così  viene esposta a pagina 61 del romanzo DNA[i] l’idea  per la quale si batte il protagonista Gustav von Clausewitz, forgiato dall’autore Ignazio Apolloni a sua immagine e somiglianza; al punto che, attraverso la vita e la tempra intellettuale del personaggio, è possibile conoscere quelle dello stesso autore, che, nato in un ambiente provinciale,  ma apertosi alla variegata scena culturale del mondo attraverso l’amore per i viaggi e l’arte,  ad un certo punto della propria esistenza, si converte agli studi scientifici e se ne lascia coinvolgere in modo quasi ossessivo, scoprendo quali meraviglie per la società umana potrebbero scaturire dallo studio del DNA e da una sua successiva manipolazione per estirpare la radice del male da ogni…

L'artistapoeta dei segreti aforismi│Ettore Bonessio di Terzet

Immagine
Raffaele Perrotta  ama  i soldatini e parla adagio ▐





Io so. Ergo sum. So di essere. Che cosa? Ecco la prima domanda dopo tante asserzioni. Chi sono io che ho la coscienza di me stesso (Io non ego)? Sarà poi mio o me lo avranno messo o lo avrò messo io come maschera pirandelliana? Sono Amleto o Pessoa? Io sono tu: dice un proverbio arabo/giudaico/israelo/islamico/cristiano/induista, prima di Rimbaud. Perrotta dice: l’uomo storico più grande è stato Gesù, dal sotto della scala universitaria -  l’unico principio inconfutabile da tutte le umanità è quello detto da Gesù: non fare all’altro quello che non vuoi sia fatto a te. Mi rispose: dici poco. Raffaele Perrotta ama i soldatini, la carta sindacale del Quarnaro. Ama Mao e Pound, poco meno Eliot, quasi niente Auden, molto …….. D’Annunzio anche Heidegger Capasso. Ha scoperto gli scritti di Sciacca, gli ultimi. Mi presentò al Motta di Genova nel  1981 Carandente che veniva da Parigi. Poi si trasferì da Venezia a Genova. Università. Dopo Sydney…

Il barocco leggero di Roberto Sanesi ▌Gio Ferri

Immagine
Gio Ferri Presentazione della raccolta bilingue di Roberto Sanesi “OTTO  poesie”  -  1949-2000 con litografie di Joe Tilson Edizione limitata fuori commercio Giorgio Upiglio, Milano / esemplare n.XVI di XX
Libreria Mondadori / San Marco 1346 / Venezia Martedì 7 marzo 2006
Sono particolarmente commosso ogni volta che ho l’occasione di scrivere o dire dell’amico e maestro Roberto Sanesi. La nostra vita un poco frenetica, fatta di viaggi e di impegni numerosi, ci faceva incontrare piuttosto raramente, in occasione di qualche mostra, in qualche galleria, o all’uscita di Brera.  Eppure la consonanza della nostra visione della vita e della poesia non veniva mai meno, uniti anche dalla sua generosa adesione alla fondazione e quindi alla gestione (tuttora in corso dopo oltre vent’anni) della rivista TESTUALE critica della poesia contemporanea: periodico semestrale che abbiamo fondato, con Gilberto Finzi e con Giuliano Gramigna, incoraggiati da Sanesi stesso, proprio per supplire alla lacuna di una

Media Original Text™ ▐ L' Ascendente per "Topolino"

Immagine

Gessica│il numero della Temperanza

Immagine
L’orcio di Gessica e la voce del fallo del poeta by Gaudio Malaguzzi

Una volta che alla ragazza della bicicletta si dette il nome , e questo fu Gessica, avendone ricavato il numero 14[i], che è il tarocco della Temperanza, combinata alla lettera Num , abbiamo la mescolanza dell’angelo e della donna, fin tanto che così rievoca il mito dell’ermafrodita, archetipo sostantivo dell’androginia che, per i cicli dei Rosa Croce, corrisponde al Sole nello Scorpione, anche se, pur essendo nel ciclo del Sole, come asserisce Eliphas Levi, è per questo associata al periodo del cambiamento della vita, e delle stagioni e delle temperature, e in ragione di questo atterrebbe al periodo che inizia con i giorni di Alcione. Gessica, come temperanza in bicicletta, è dunque connessa al ciclo del Sole, e alle stagioni e alle temperature, per questo è dentro la cremeria e la gelateria: combina idea e forza, è il movimento, o la reversibilità, come oggetto a , nel poeta, sarà l’armonia dei misti, una sorta di ana…

♦ Jess(ica)™ della bicicletta si è fatta gelataia, o la gelatiera?

Immagine
Gessica e il gioco dei bigliettini a domanda e risposta by Gaudio Malaguzzi
Avvenne che un giorno la ragazzina del surplace e della cremeria Gessica, nel farsi incontro al poeta che leggeva e ponendosi curva verso l’alluce intanto che la cremeria mostrava al poeta l’abbondanza dei suoi gelati al forno, fu presa dalla curiosità e chiese al poeta cosa stesse leggendo. Dei vecchi giochi – disse il poeta. Intanto c’è questo, diffuso in tutto il mondo, quello dei bigliettini a domanda e risposta. Vuoi sapere come si fa? Si parte da una serie di domande e tiriamo fuori una narrazione, un racconto, una storia. Tu rispondi alla prima domanda e pieghi il foglio; io rispondo alla seconda domanda e piego il foglio; tu rispondi alla terza domanda e pieghi ancora il foglio; io rispondo alla quarta domanda e ripiego il foglio; tu rispondi alla quinta domanda e pieghi il foglio; e  alla sesta e ultima domanda rispondo io e rispondi tu, ognuno di nascosto dall’altro, e ognuno piega il foglio. Poi, leggi…

▲ Dialogo sulla Montagna Calabrese con Mia Nonna dello Zen

Immagine
La montagna calabrese  di Francesco Saverio De Gaudio
Dialogo sulla Montagna Calabrese con Mia Nonna dello Zen Quando lo lesse Mia Nonna dello Zen disse “Non è certo La Montagna Incantata di Thomas Mann ( che, d’altra parte, lo ha fatto trent’anni prima), né ha lo stesso senso di coesione nazionale che la montagna dona agli Svizzeri. Nonostante la molteplicità dei Cantoni – disse Mia Nonna citando Elias Canetti – l’uso di quattro lingue e la differente struttura sociale non hanno potuto recare alcun serio danno all’autocoscienza nazionale degli Svizzeri, un po’ come l’uso di tre lingue e la mancanza assoluta di montagne non hanno potuto recare alcun danno all’autocoscienza internazionale dell’Ordine di Malta, foss’anche  quello allocato a Napoli, di cui fino al 1976 fu priore uno dei Pignatelli di Cerchiara. E lì si sa – disse profetica Mia Nonna – che alla fin fine il pane lo sanno fare. Non a caso sono quelli della Timpa. E nulla ti vieta di pensare sia alla Montagna in Valtellina, da…

Twitter-Poetry │Beckettiana per Adriano Spatola

Ascoltale congiungersi le parole alle parole senza una parola che non abbia il passo che l’altra ha una a una │Beckettiana perAdrianoSpatola
— v.s.gaudio (@vuessegaudio) 16 Maggio 2014

Media Original Text™ ░ I Test di Paperinik │Ariete │"Topolino"

Immagine
Sei un vero Ariete?

♦ Nel "By Logos" c'era anche Maria Luisa Spaziani...

Immagine
Il treno e la Stimmung con Luciano Erba, la riscrittura reciproca con Jolanda Insana nel By Logos e la Ballatetta di Luciano Troisio
♦In memoria di Maria Luisa Spaziani
Nel By Logos, a cura di Silvio Ramat, Cesare Ruffato, Luciano Troisio, ma anche Fernando Bandini e Andrea Zanzotto[i], almeno all’inizio c’erano stati  pure loro ad avviare l’iniziativa con i “padovani”, c’era, cosa da non credere, anche Maria Luisa Spaziani, e, cosa ancora più incredibile, è che la poetessa torinese, che era la numero 17, in quell’ espo-esproprio transpoetico, rifece addirittura, prima, Gianni Toti, ch’era il 4, e, poi, Jolanda Insana, che era la 22. Colpisce anche il fatto che il sottoscritto, che è quello che ha inventato il genere denominato “Stimmung”, fece la Stimmung con Luciano Erba, il numero 20, e anche Maria Luisa Spaziani fece la Stimmung con Luciano Erba; in più, speculare alla sua Stimmung con Gianni Toti, c‘è la Stimmung che Toti fece con V.S.Gaudio!...